Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
24 maggio 2009 7 24 /05 /maggio /2009 01:31

Il Filo

 

 

Segui il mio filo

le tracce di sangue i sospetti

i giorni come interrotti

da un dolore silente.                                                                  

Segui il profumo delle mie ore migliori

i pensieri le idee

che a volte perdo per sentieri

o vedo rotolare in dirupi  profondi

non lontano da me.

Segui le mie parole

una alla volta fino al cuore

poi un salto dentro a frantumare

quello che resta e non so dire.

Segui le linee sulla mia mano

il destino lo sai è adesso, è qui

nel ventre molle e sazio

del tempo che ho.

 

 

 

Maria Attanasio

Condividi post

Repost0
23 maggio 2009 6 23 /05 /maggio /2009 09:41

Sarà
Non ricadrà sugli omeri miei
il crine che ieri carezzasti,
s’ondulerà morbido ancora domani
come tregua finale sulla tua spalla,
compagna di chi t’ha dedicato speranze
i mille volti del tormento
i mille ed uno dell’esultanza.
Avrà il colore sciupato delle rughe,
piene, quelle della nostra vita,
la levità ed il peso dell’unione
o l’utile amarezza di certe strane fughe.
Colerà il benefico riposo con l’ennesimo scontro
e la resa compirà il talamo avviato
del sogno lungo che giurammo.
Fumigando d’incenso le ferite
ci planeremo liscio l’uno dentro l’altro,
si tergeranno le anime di pace
nel confortevole amplesso delle ultime sere.

 

Daniela Procida

 

Condividi post

Repost0
22 maggio 2009 5 22 /05 /maggio /2009 07:54

 

 

Quali e quanti coaguli di vita

dovrò sciogliere prima di chiamarti amore

e fare finalmente i conti

con provviste di sonno da consumare

tra le tue gambe

in cerca della ragione precisa

di ogni debito di ogni promessa.

Quali coaguli di vita

dovrò sudare nelle notti d’Agosto

sconosciuto a me stesso

quale amore volevo davvero

senza impegno

come fosse divino segno

ogni singolo coito.

Eppure ho atteso

che passasse anche questo dolore

freccia rossa nel rosso del mio cuore

per ritrovare a Settembre su un piatto d’argento

illusioni e delusioni di sempre.

Eppure ho atteso che passasse

anche questo dolore quasi come fosse piacevole

consumarsi d’amore,

 avere acido nelle vene

continuare a cercare la ragione precisa

di ogni debito

di ogni promessa.

 

C.Altieri

Condividi post

Repost0
20 maggio 2009 3 20 /05 /maggio /2009 00:09

. Matematica.. virtuale... ma non troppo
§[(Sottoposta a sequestro in espressione algebrica,
numero in celle di svolgimenti obbligati,
incontro / scontro segni aritmetici
sottraenti, divisori, mai sommanti
o moltiplicatori i risultati miei.
Stanca inciampo, prendo sviste,
cado in fallo ed altero i passaggi,
i computi, dunque l'esito finale sacrosanto
per l'evasione da tonde, quadre, parentesi graffe)]§ =
§[(Daniela Procida)]§

 

Condividi post

Repost0
19 maggio 2009 2 19 /05 /maggio /2009 08:04

Vento

 

 

Decidono :

parti

in abito sottile

poi

non senti più

il tuo respiro:

boati d’urlo

cocci impolverati

di ricordi

macerie di case

e di te

senno in frantumi.

 

Riparti in tenue soffio

Se puoi.

Decidono…

 

 

Tinti Baldini

Condividi post

Repost0
18 maggio 2009 1 18 /05 /maggio /2009 07:44

Bilingua

 

 

Ripopolare ,ripopolare

è facile dire.

Giostre.

Cigolanti,voleri impotenti

Strade divise,vesti ormai lise.

Cavalli ,promesse e sirene.

Notti bianche,lumi, falene

e voci.

Voci tante,voci stanche.

Voci

rimbalzano,si fondono e saltellano

giocano si alzano e imprecano.

Sbraitano .

Tremano

ma avanzano,fiere di essere

d’incrociarsi,tramare, tessere

di vuotare il mare,di vette scalare

e schiatte toccare

con  garbo

il cuore disposto o di mosto ospitale.

 

Voci avare

Questo velo e da scostare.Pochi anni basteranno.

Voci vere

Si potrà ripopolare e ripartire con l’inganno.

 

Flavio Zago

Condividi post

Repost0
16 maggio 2009 6 16 /05 /maggio /2009 00:09

 

 

Pietà Cristiana

 

 

 

 

Non così a morsi e sputi

A dolori nuovi

Le pallottole ci sfiorano

E niente è come sembra

Da lontano dove siete

Così sicuri

Che la verità

Possa essere messa in croce.

 

Così mai ad armi pari                                                                                                                                

La mia fame e la mia sete

Contro la tua paura

Che ti venga tolto

Il troppo che hai

In qualche modo.

 

Così allora ditelo

Con parole vostre di sassi

E sabbia tra i denti

Che ci si possa cospargere

Tutti poi il capo di cenere

Che non c’è ragione

Per  non essere perdonati poi

In nome della vostra pietà Cristiana

Sopravvissuta  al vostro disprezzo

Si spera.

 

Maria Attanasio

Condividi post

Repost0
15 maggio 2009 5 15 /05 /maggio /2009 08:07

Non è tutto oro quello che luccica

Non si esce da soli la Domenica

E come ti ho amato io mai nessuno

Puoi metterti in fila coi miei creditori

Avrei quello che resta dei trenta denari

Dopo che sono stato a donne

E a parole nel vino e nel vento

Dopo che sono stato sotto i ponti

E sui marciapiedi

Avrai quello che resta del mio respiro

Dopo che avrò tirato il fiato

Dentro un’altra sigaretta

Avrei la limpidezza del mio sguardo

Dietro gli occhiali da sole

Avrai le linee dalle mie mani

Dopo un’ attenta igiene

Non è oro tutto quel che luccica

E sento questo sapore amaro in bocca

Ed il brivido lungo la schiena

Di uno che è scampato ancora

Alla sua stessa vita.

 

C.Altieri

Condividi post

Repost0
14 maggio 2009 4 14 /05 /maggio /2009 08:02
Orfeo


Cammino e poi
mi volto indietro
e guardo un film
che scorre
e non mi par
cosa mia.

Tinti Baldini

Condividi post

Repost0
13 maggio 2009 3 13 /05 /maggio /2009 00:14

Prima mi faccio un a doccia

 

 

Prima mi faccio una doccia

E poi mi sveno

Voglio che mi trovino pulito

Voglio lavare via le delusioni

Che ho tentato di annegare nel troppo bere

Nelle migliaia di sigarette accese.

Voglio lavare via l’odore di troppi corpi

Avuti senza amore

La sensazione di essere presente

In un mondo che non mi accontenta

Le pretese l’invidia la presunzione

Quel filo d’arroganza

Che mi ha legato all’esistenza

I rimpianti ed i rimorsi i compromessi

I versi dileggiati

Le opportunità tutte le occasioni

Lasciate andare

Guardandomi le spalle come fossero nemici

L’ipocrisia di certi discorsi

Che mi hanno contagiato mio malgrado.

Voglio lavare via il seme sprecato

I baci che non ho dato

Le rose che non ho sistemato nei vasi

I libri letti troppo in fretta perché lasciassero traccia

La sensazione di avere ancora tra le braccia

L’amore incerto dei vent’anni

E tutti i minuti e i giorni

Che devono venire a darmi fiato

Ora che sono così pulito.

Prima mi faccio una doccia

E poi mi sveno

Dovrà uscirmi dal sangue ogni peccato.

 

C.Altieri

Condividi post

Repost0

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti