Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
29 aprile 2009 3 29 /04 /aprile /2009 08:49

Il bucaniere
Non l'esotico porto che m'incarna
non il turbine che mi scrolla
bastano al pirata avventuriero
per gettare l'ancora ribelle,
nè il ventre caldo che l'accoglie
è incantevole miraggio.
Nel mare che m'invento
catturargli la chiglia potrei
vischiosa d'alghe del naviglio
ma dei flutti seducenti solcati
da mano furba uncinata
non sono che l'approdo d'un momento
di scorreria corsara solo bottino,
di me solo battigia sopravvive.

 

Daniela Procida

 

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
28 aprile 2009 2 28 /04 /aprile /2009 23:10
Grazie a tutti,a Teresa che è una gioia,a Tinti fedelissima,a Massimo,Bruno,Aurelia,Cristina,Beatrice la dolce,Glò e tutti gli atri che passano veloci,ma passano.
maria attanasio
Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
27 aprile 2009 1 27 /04 /aprile /2009 08:07

Chiederò
Chiederò ancora a queste mani
di scavare l'aria

a questo volto
di recitare la prigione dello sguardo

alle parole scritte
di procurarmi l'onirico ristoro

ché nel profilarsi della luce
non respiro

nel sorridere
resta fermo il tratto della bocca

e la vista è limite oltre il quale
adiacenza ed orizzonte
alla pari accecano.



Daniela Procida

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
26 aprile 2009 7 26 /04 /aprile /2009 00:12

 

 

 Con le scarpe piene di vento

la sabbia della terra che fu

ti è rimasta in tasca,

il rumore del mare che promette burrasca

e tu ancora non lo sai se questa barca

arriverà mai e dove deve arrivare.

Ti gira il passato negli occhi

e nel sangue ti scorre la paura

per quello che hai visto

e ti risuona in testa quell’unico pensiero

come il ritornello di un canto assurdo,

ti rimbomba nel cervello

tra le onde un po’ grosse e lo sgomento

d’essere un uomo che si sta perdendo:

“nessuno mai dovrebbe essere costretto

a lasciare il suo paese,la sua gente…

 

…e non si avvista ancora terra.

 

Maria Attanasio

25/Aprile '09

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
25 aprile 2009 6 25 /04 /aprile /2009 00:09

 

 

Se un giorno ti diranno

che

non è vero

che quei morti

sono retorica

che le tante lapidi

ragazze

sono

ornamentali

che la gioia sui

volti accesi

e liberati era una finta

che giovani

donne e padri

alla macchia

a sognar casa

erano pochi

sparuti

ribelli

che urla

a via Tasso

erano musica

per sollevare spirito di popolo;

 

se ti diranno

che sei libero dal passato

è per chiuderti gli occhi sul futuro

se ti diranno  che non c’è

nessun pericolo

allora guardati

intorno

e conta le guerre di oggi

immaginati con un mitra tra le braccia

a vendicarti degli stupri

e dei pianti bambini nella notte

immaginati senza pane e senza acqua

ad aspettare che si calmi

l’ira dei potenti

che l’arroganza lasci il posto alla concretezza

con case

e volti da ricostruire

immaginati a ridare colore ad una bandiera

e futuro ai figli

il giorno dopo la vittoria

cittadino di un mondo

costretto a liberarsi ancora

ogni giorno.

 

Se ti diranno…

non credere

e pensa.

 

Tinti Baldini,Maria Attanasio

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
24 aprile 2009 5 24 /04 /aprile /2009 00:15
Oh,mio Dio
io ti amo
come essere che E',

ma se tu non fossi
t'amerei lo stesso
come bel Sogno.


Maria Attanasio
Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
23 aprile 2009 4 23 /04 /aprile /2009 00:22

                                                      

                                                      Sei stata il nostro faro Madre,

la spiaggia su cui approdavamo

naufraghi della vita,primo pensiero noi

di tutti i tuoi pensieri.

Sei stata roccia e come muschio

Ti siamo cresciuti addosso,

forte come una quercia

ci siamo riposati all’ombra del tuo amore

smisurato per noi

che in te non abbiamo mai

trovato confini.

Sei stata la nostra stella cometa Madre

Aiutaci ora ad attraversare il dolore affinché

la dolcezza latente in ogni pena

Ci renda migliori.

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
22 aprile 2009 3 22 /04 /aprile /2009 00:07

 

 

Quello che non vuoi dire

e quello che non puoi dire,

quello che resta pietra in gola

e poi graffia anche l’anima,

 sei parte di un dolore più grande

che mischi alle parole

che ti vengono leggere,

per farti forte nella giornata

tra medicine e messaggi

espliciti o cifrati

dalla vita per la vita.

Io ci sono

e tu ci sei?

 

Maria Attanasio

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
21 aprile 2009 2 21 /04 /aprile /2009 23:57
Grazie a chi segue il mio blog,grazie per gli omaggi a Daniela meritati e sentiti.
Grazie a chi passa e non si ferma,grazie ai fedelissimi,Tinti ,Cristina,Marbe,Massimo,Gaetano e tutti gli altri.
Siete sempre con me,nelle mie parole,nei miei ricordi,nel mio dolore.
Grazie perchè in noi e con noi c'è anche chi solo, in apparenza non c'è.
Maria
Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
21 aprile 2009 2 21 /04 /aprile /2009 23:51

...

la vita ci ha diviso,spesso così accade,stesso sangue,stesso cognome,ma poi le strade divergono,non ci si vede più.
A modo tuoi ci hai voluto bene,eravamo tuoi nipoti e sei sempre stato fiero di noi.
Mi facevi ridere,eri contento che io scrivessi e pensavi che avrei fatto grandi cose nella vita.
Tento di vivere come tutti ,come te.
Comunque è andata adesso sei libero,libero come hai sempre voluto essere quando il tempo scorreva veloce e giovane nelle tue vene,ciao Zio...anzi ciao Carmine...Maria.
Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti