Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
6 ottobre 2012 6 06 /10 /ottobre /2012 23:36

cuore rattoppato

L’assenza ( che non diventa essenza)

 

 

Mi manchi come fosse già Aprile

ed io son nata di Maggio,

mi manchi come se fossi un pezzo di cielo

l’unico nuvoloso  che gira al nero.

Quanti  anni mi ha dato Lui

da vivere senza te ,

fossero mille sarebbero pochi

per imparare anche solo

a respirare senza te.

 

Mi  manchi come la parte  finale del libro

sul mio comodino,

come la vibrazione che fa

della frase un verso,

l’umiltà che fa perdono un sorriso

mi manca e mi manchi.

Quanto tempo mi avrà concesso  Lui

quanti giorni di sole o pioggia

o pianto che sul viso si fa seta

gigli e grano oro e veleno,

niente servirà per imparare

a vivere senza te-

 

Maria Attanasio

per tutte le persone che vorrei qui con me,forse ci sono ma in questi giorni la loro assenza non si manifesta diventando essenza,non essendo io stessa non li sento.

 

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
4 ottobre 2012 4 04 /10 /ottobre /2012 07:40

295702_152534941500642_100002324117272_303824_4292901_n.jpg

 

 

Auguri Francesca,che la vita possa darti tutto quello che vuoi.

mamma

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
2 ottobre 2012 2 02 /10 /ottobre /2012 07:48

zanini.jpg

 

ovunque sei,Dolce Bea ,il mio cuore è con te

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
27 settembre 2012 4 27 /09 /settembre /2012 23:07

Vogliono il tuo sangue

non ne hai già versato abbastanza

in sputi e  bestemmie a mezza voce.

 

Vogliono il tuo voto ma lo fanno

con l'inganno,

ti fanno sentire partecipe

e poi ti buttano nel...

 

i tuoi figli hanno fame

di felpe e scarpe firmate

non come te che facevi merenda

con pane e zucchero

ed era una festa.

 

Adesso la fabbrica inquina

adesso,e quell'Italsider di Bagnoli

all'ombra delle ciminiere noi siamo cresciuti,

dalla direzione del fumo abbiamo capito

il movimento del vento e che quelle non erano nuvole.

 

Molti  di    noi hanno amici o parenti  morti di cancro,

qualcuno di noi ha già seppellito qualche pezzo suo personale

è la vita in ogni zona industriale,

prima o poi senza distinzione alucuna

la Morte,comincia a farci la corte-

 

 

 

maria attanasio nata a Bagnoli in una clinica situata a pochi passi dall'Italsider che oggi è un mostro di ferro e ruggine in attesa di riqualificazione.

La clinica per fortuna è stata demolita,pochi anni d

opo la mia nascita.

 

 

Maria Attanasio(di Napoli)

 

28 settembre 2012

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
25 settembre 2012 2 25 /09 /settembre /2012 16:51

Questo volantino è stato scritto e stampato da mia figlia come iniziativa anti-omofoba,insieme ai suoi compagni di classe e ad altre scuole del territorio nolano.
i ragazzi,si sono impegnati a lasciare i volantini in posti ritenuti strategici,come altre scuole e le fermate dei bus e alla stazione.
Poi diligentemente sono andati a lezione,all'uscita è prevalsa la curiosità alla fretta di tornare a asa e sono andati a controllare i posti dove avevano messo i volantini,dividendosi le zone e mandandosi poi le foto.
Immaginate il loro stupore quando si sono accorti he i volantini erano  stati quasi tutti strappati o peggio deturpati con scritte oscene ed offensive sugli omosessuali e su tutto quanto è diverso.
Ma diverso da chi?da un buzzurro con  ancora i denti da latte che giusto un fallo smisurato e orrido riesce a disegnaare,quanti nemmeno avranno letto il volantino e sono inorriditi davanti alla parola omofobia.
Io sostengo le ragioni degli autori del volantino perchè  sanno quello che dicono ,stanno cercando la loro identità in famiglie ostili,scuole con programmi risibili,professori che  cambiano giorno per giorno.
Questi ragazzi si stanno cercando negli altri,per questo la loro è stata una dolorosa sorpresa,sono ingenui?no pensano solo di vivere nel 2012,come succede nei paesi occidentali.
Noi  ,gente dell'agro nolano da quale parte stiamo vivendo,in che secolo?


Benvenuti nell’Italia reale. Distiamo venti secoli dalla civiltà, un millennio dall’umanità e cento anni luce dalla tolleranza. Benvenuti in un paese popolato da persone che aprono le gambe come dovrebbero aprire la mente. Benvenuti in un paese dove, dopo miliardi di anni dalla nascita dell’uomo e dalla sua evoluzione, tematiche come l’omofobia e il razzismo non sono ancora state superate e non fanno parte nemmeno della minoranza. Benvenuti in un paese dove ignoranza e intolleranza vanno a braccetto. Benvenuti in un paese dove, anche durante il giorno dedicato all’amore universale, quello che non vede differenze sessuali o razziali, la mentalità ristretta umana prende il sopravvento, ancora una volta. Benvenuti in un paese dove non si può contare neanche sull’appoggio dei propri familiari, benvenuti in un paese dove un punto di forza si trasforma in una debolezza. N.B., ragazzo sedicenne marchigiano, rifiutato dai suoi genitori dopo aver confessato loro le proprie preferenze sessuali, al quale hanno tolto qualsiasi mezzo per comunicare con il mondo. Questo è solo uno dei tanti casi di incomprensione, episodi che spingono le persone a sentirsi diverse, come parte di un mondo che vorrebbero ma che mai avranno.
L’omosessualità non è una malattia.
l’omofobia non è un modo di essere.
Il razzismo non è uno stile di vita.
Noi, noi siamo la minoranza. Ma tu, tu che stai leggendo, puoi far parte della resistenza.

stop.jpg

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
21 settembre 2012 5 21 /09 /settembre /2012 10:00

alessandra-4.jpg

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
20 settembre 2012 4 20 /09 /settembre /2012 19:20

Rosso

 

Rosso come il fuoco

che rosso non è,

rosso come il sangue

che non è mai blu

per quanto sia nobile.

Rosso come le tende nei circhi

e dei musei,

rosso come il viso di chi

non è stato amato mai.

Rosso come le rose rosse

che hanno spine aguzze

anche quando sono profumate,

rosso come sangue innocente

troppo rosso quello dei fanciulli,

indelebile.

Rosso come i baci

che non hai dato,

come i corpi che hai solo desiderato.

Rosso come la paura,

come la rabbia nelle notte più dura,

rosso come il sangue operaio,

rosso come il vino buono

dell’ultima vendemmia.

Rosso come il sangue

sull’asfalto

dell’ennesima vittima

 

di un sabato qualunque.

Rosso come l’amore che non hai dato,

come l’amore vergine,

come l’odio svelato,

come spesso è il passato.

 

Maria Attanasio

11/12/2011

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
12 settembre 2012 3 12 /09 /settembre /2012 08:38

...

A     NOI

 

Ai miei ritorni

Alle tue mani

Che mi attraversano i capelli

A quello che voglio

Al tuo entusiasmo

Alla mia paura

Alla mezza  stagione

Ai miei rimpianti

A tutti i baci perduti

A noi che nulla abbiamo

Perché niente è andato perduto

A quelli che ti cercano

Alla tua risata

Alle promesse del presente

Queste le possiamo mantenere

A noi che siamo vivi

Qui adesso che ti vengo incontro

E negli occhi tuoi mi riconosco.

                                                                            Settembre 2012

 

maria attanasio

 

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
12 settembre 2012 3 12 /09 /settembre /2012 08:38

...

A     NOI

 

Ai miei ritorni

Alle tue mani

Che mi attraversano i capelli

A quello che voglio

Al tuo entusiasmo

Alla mia paura

Alla mezza  stagione

Ai miei rimpianti

A tutti i baci perduti

A noi che nulla abbiamo

Perché niente è andato perduto

A quelli che ti cercano

Alla tua risata

Alle promesse del presente

Queste le possiamo mantenere

A noi che siamo vivi

Qui adesso che ti vengo incontro

E negli occhi tuoi mi riconosco.

                                                                            Settembre 2012

 

maria attanasio

 

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
7 settembre 2012 5 07 /09 /settembre /2012 09:16

Ovunque sei...io non ti dimentico.

Maria

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti