Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
28 marzo 2011 1 28 /03 /marzo /2011 08:19

Aveva

 

Aveva chiesto

di parlare piano

per riposare

e voi avete urlato

trombe e pernacchie.

 

Aveva chiesto

di toccar le nuvole

accompagnata da un canto

e voi avete stonato.

 

Aveva chiesto amore

quello che arriva in fil di voce

e voi avete odiato..

 

Tinti Baldini

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
26 marzo 2011 6 26 /03 /marzo /2011 08:14

 

 

Siamo dove siamo.

A volte vorremmo essere altrove,certe volte è difficile essere soprattutto dove si è costretti a stare.

Dobbiamo andare avanti,le nostre scelte spesso ci pesano e non possiamo tornare indietro perché il nostro arretrare

farebbe del male anche a persone che non hanno nessuna colpa dei nostri errori,anzi spesso ne subiscono le conseguenze senza che  nemmeno ce ne rendiamo conto.

Perché ad un certo punto della mia vita mi sono messa a fare bilanci ,a rievocare passato,a far di conti insomma? Semplicemente per poter rispondermi che non è stato tutto inutile,ed ogni persona con un minimo di cervello funzionante lo fa.

Essere particolarmente sensibile mi ha esposto alla timidezza,alla violenza verbale dalla quale non sapevo difendermi,all’arroganza di chi mi credeva debole e pensava di poter decidere ed agire per me.

Poi ad un certo punto mi sono stufata,ho mandato tutti a quel paese e sono rimasta sola.

La tragedia di mia madre avrebbe dovuto unirci ed invece ha fatto emergere diversità che sicuramente c’erano già prima,ma che lei con il suo amore e la sua devozione verso di noi ,riusciva a compensare:arginava quella parte del nostro essere diversi,consapevole che ci avrebbe divisi,alla fine

Lei stessa spesso diceva che le dita di una mano non sono tutte uguali,appartengono alla stessa mano alla stessa persona ma sono diverse tra loro.

Alla nostra mano è mancato il pollice,come mano non serviamo più a molto.

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
25 marzo 2011 5 25 /03 /marzo /2011 08:09

 

(Una giornata ideale)

 

Una giornata ideale sarebbe al mare in primavera oppure nel tardo autunno,quando si è così fortunati che  capita una giornata che non fa ancora freddo ma nemmeno quel caldo molesto che ti appiccica i panni addosso ed al mare ci vanno quelli a cui piace davvero.

Quelli che ne sanno cogliere le proprietà terapeutiche senza lasciarsi bruciare la pelle dal sole perché fa tendenza.

Quelli che si accontentano di un panino e lasciano enormi pezzi di mollica ai gabbiani.

Quelli che portano i bambini e gli tolgono lentamente il maglione perché non sudino troppo.

Quelli che portano i cani a correre sulla riva stando bene attenti che non lascino ricordini poco simpatici.

Una giornata ideale per me sarebbe proprio da passare al mare,nonostante si pensi che io non ami il mare in realtà è la calca sulla spiaggia che non mi piace,le distese di ombrelloni senza quasi spazio tra l’uno e  l’altro,proprio non mi attirano

A me piace il mare,quella distesa d’acqua così immensa che si può solo immaginare abbia mai una fine,non mi piace la sabbia,preferisco quelle coi sassolini.

L’ideale sarebbe andare dopo una notte di mare mosso,bello trovare non solo bottiglie di plastica e rifiuti in genere,ma conchiglie delle quali non conosco il nome ma non per questo posso fare a meno di notare la perfezione della natura nelle piccole cose.

E quei pezzi di legno levigati dal mare che sembrano sculture,che come succede per l’arte moderna ,ognuno ci vede dentro quello che vuole e forse non ci vede niente.

Una giornata ideale di fronte al mare con un panino ed il vento leggero sul viso ed il calore dolce del sole che mi attraversa i vestiti e nessuna voglia di tornare.

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
24 marzo 2011 4 24 /03 /marzo /2011 08:24

 

 

(quello che manca)

 

Manca la voglia di fare qualsiasi cosa.

La stanchezza cronica pervade ogni movimento e non c’è amore in quello che faccio.

Opero tanto per fare,dico tanto per dire,le parole non seguono nessun filo logico,nessun pensiero.

Quello che manca è qualcosa che calmi la mia paura di morire.

Bisognerebbe andare verso il mistero ancora con sete di conoscenza.

Quello che manca è un minimo di sicurezza,un po’ di tregua all’ansia,un po’ di respiro dalla paura,questa paura che da sempre mi riempie la vita,saturandola.

A volte guardo i miei giorni scorrere e cerco un motivo valido perché il calendario continui il suo stillicidio,e non sempre lo trovo.

Non lo so in realtà cos’è che manca,so soltanto che sento nell’aria come un vento malevolo che mi segue ovunque e mi fa guardare e vivere con questa sensazione spiacevole addosso di essere sotto una cattiva stella.

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
23 marzo 2011 3 23 /03 /marzo /2011 08:14

 

 

 

La voglia di vivere c’è o non c’è. A volte la vedi negli occhi dei bambini che tentano di avere tutto quello che vogliono.

Quando cercano di accaparrarsi tutto,hanno brama di possedere anche quello che è di un altro perché per il bambino non esiste la proprietà privata degli altri,esiste solo il mondo che riescono a cogliere,allora vogliono anche quello che non è loro.

Questa è la cosa che più somiglia alla voglia di vivere,a volte se sei fortunato,ti svegli al mattino e ce l’hai addosso e sei pronto a possedere il mondo,solo che il mondo non è disposto a farsi possedere da uno come te il più delle volte,uno che crede che la voglia di vivere si possa avere a giorni alterni.

Un giorno hai voglia di vivere ed un altro,no.

La voglia di vivere a volta la vedi anche nei vecchi,sembra assurdo,ma sono così attaccati alla vita,le vedi seduti sulle panchine che parlano sbracciandosi di sport e di politica e ti accorgi che sono dentro la vita più di quanto lo sia mai stata tutta in questa ed altre età della tua vita.

Ama la vita,dovrebbe essere uno dei 10 comandamenti.

Ama la vita così impari magari ad amare il tuo prossimo.

Se impari ad amare  la vita probabilmente non ti ritroverai a quarant’anni che ti sembra di aver fallito in tutto,di aver sbagliato ogni singolo passo della tua vita.

Però qualcuno dovrebbe insegnarti ad amare la vita,ma siamo tutti così presi a complicarcela la vita.

Siamo così impegnati ad inventarci necessità che sembrano primarie ma sono solo fittizie,tutte a fare massa informe nella nostra testa;ogni cosa che non abbiamo ci sembra indispensabile al raggiungimento del benessere psicofisico a cui tutti aspiriamo,e saremmo disposti a qualsiasi cosa per averla,costi quel che costi.

La voglia di vivere è qualcosa di impalpabile ,un dono come lo è  la fede,e non è dato a tutti questo dono.

C’è chi vive per forza d’inerzia come se qualcuno o qualcosa lo spingesse,i giorni vanno uno dietro l’altro.

La voglia di vivere non tua la trasmette tua madre con il latte ma ridendoti in bocca anche nei giorni di pianto.

Ad esempio in me la voglia di vivere esplode di fronte alla morte,solo quando muore qualcuno che conoscevo mi accorgo di quanto sia legata alla vita in maniera più o meno disperata.

Non che non provi dolore per questi morti,anzi.

Il dolore per la morte di mia madre è qualcosa che non riesco a misurare ,un macigno che mi porterò per sempre dentro ogni giorno che mi resta,dalla sua morte per me la vita ha un prima e un dopo,sopra ogni cosa che vivo è calata come una polvere ed ogni emozione viene come sporcata.

La voglia di vivere non te la può insegnare nessuno,devi andartela a cercare tu da solo e se non la trovi te la devi inventare costruire,prima che sia troppo tardi.

Per la cronaca io sto ancora cercandola.

 

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
22 marzo 2011 2 22 /03 /marzo /2011 08:09

Un saluto e un augurio a mio nipote Dario,che oggi parte per Chieti,avendo vinto il concorso di arruolamento nell'Esercito Italiano.

Certa ,che  darà onore alla sua Patria e alla sua famiglia,il mio cuore augura al suo giovane cuore di trovare ciò che realmente cerca.

Con tutto il mio amore,Maria

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
19 marzo 2011 6 19 /03 /marzo /2011 23:34

 

 

 

 

 

 

articolo11mfront bandiera italiana1

 

 

 

L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati,

alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

 

 

NON FATECI VERGONARE DI ESSERE ITALIANI.

MAI!

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
17 marzo 2011 4 17 /03 /marzo /2011 08:11

mfront_bandiera_italiana1.jpg

 

 

 

 

                        W l'Italia Madre

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
16 marzo 2011 3 16 /03 /marzo /2011 08:25

 

 

 

Ognuno paga…

 

Ognuno paga il diritto ad essere amato

con  la paura che tutto cambi

o peggio,resti immutato

nella fissità dei giorni

che sembrano anni

e forse sono solo istanti

nella mente che tutto potrebbe

e poco vuole realmente,

allora il corpo fa quello che può:

una forza strana che chiamiamo vita

mantiene in circolo il sangue

aiutata dal cuore

come linfa dalle radici fino all’ultimo ramo,

di vena in vena

attraverso le arterie,

non costa niente il sangue

e così lo lasciamo scorrere

a fiume nelle guerre

ognuno paga con la sua vita

il diritto ad essere amato.

 

M.Attanasio

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
15 marzo 2011 2 15 /03 /marzo /2011 08:11

 

 

Abele

 

 

Ma quanti colpi

ancora nei secoli

poi le luci della ribalta

spettano al carnefice

che deve motivare

il suo insano gesto

e magari chiedere perdono

ai parenti della sua vittima

come se si potesse perdonare

per interposta persona

 

ma su chi ricade realmente

tutto il sangue innocente

 

la storia ricorda Caino

(che nessuno lo tocchi)

 

Ma Abele

in quanto silenzio assoluto

rincorre l’ombra

del suo posto nella Storia?

 

Maria Attanasio

mani-20nell-27acqua.jpg

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti