Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
6 ottobre 2011 4 06 /10 /ottobre /2011 07:45

 

 

Cazzeggio

 

 

Tradirò mia moglie

fa troppe domande

ha troppe voglie

è di un candore disarmante.

Caccerò via mio padre

è troppo vecchio per capire

farò finalmente qualcosa di utile

anticipando il saldo del suo funerale.

Mi butterò ai piedi di un amore qualunque

che abbia pesi e misure

per  giudicare bene tutto il mio male.

Sarò senza clemenza per chi mi chiederà

giustizia, che sia vana ogni speranza

per tutti coloro che credono

che ci rende migliori inventarsi il perdono.

Metterò in fila tutti i miei vizi

per raggiungere virtù sconosciute agli altri

poi un giorno sarò Presidente

di qualcosa contro qualcuno

e renderò il mio conflitto infinito

farò del cazzeggio una legge dello Stato.

 

 

 maria attanasio x sottovento

tratta da IL PANE DI LORENZA

Condividi post

Repost0
4 ottobre 2011 2 04 /10 /ottobre /2011 10:19

 

Mi ammalo di niente,

ho questo buco dentro

lasciato da gente

scippata via dalla mia vita.

Mi ammalo d’amore dato e preso

e perso e mai ricercato poi dove

una volta che son stati chiusi i confini

tra quel che sono veramente

e quel che, sembro poco e niente.

Eppure ho versato il vino i pace

e mangiato il pane anche quando era duro

con l’ingenua speranza d’essere perdonato.

Mi ammalo di tutto

anche del debito del mio creditore,

per i baci rubati rifiutati a priori,

ho lasciato uomini e donne in vuoti d’aria

ma ancora adesso, sorrido spesso ai bambini.

Mi ammalo di tutto ,di gelosia  per esempio,

l’invidia no è così poco elegante,

ma se qualcuno mi vuole io lo voglio

e non smetto per lontananza

o impegni facili da inventare,

chissà se spaventa di più la generosità

o la presunta invadenza.

Mi ammalo di tutto

perché sono arrivata col cuore in mano ,

e pure voi avete mostrato il muscolo più

picchiato, ma adesso pretendere

che il mio continui pure a battere

mi sembra troppo.

cuore-copia-1

Foto dal Web

 

sottovento di Maria Attanasio (napoli)

Condividi post

Repost0
2 ottobre 2011 7 02 /10 /ottobre /2011 20:14

Un pensiero per Beatrice,grande poeta e donna di immenso coraggio,ovunque sei ,nel cuore resti Marbe.

Condividi post

Repost0
2 ottobre 2011 7 02 /10 /ottobre /2011 12:35


Carissima Maria,
l' ho letto... anzi più che letto l'ho divorato come un buon
pane
fresco genuino, impastato con mani colme d'amore, le tue, che tua
madre
ti ha dato, come scrivi tu," io sono il suo pane".. ti ha
plasmato
Posso dire che il tuo libro mi commuove parecchio... anche perchè in
ciò che ho letto ho visto amore espresso in tutti i modi, alla madre in
modo devoto e dignitoso. Ritrovo una bellissima immagine di lei, e di
te, nella poesia "Io sono, tu sei, egli è..."
Poi tantissime mi hanno
colpita fino alle lacrime... "Quattro + uno" "Siamo
come dita di una
sola mano -dicevi- poi la mano ha perso il pollice/ adesso a cosa
serve?" Stupenda
Quella che mi piace molto è; "Per sempre" sono "
parole in movimento" un po' speranzose "la pace nel mondo
(come sono
banale, ma ancora ci credo)"
"Passerà" bella! "E' come mettersi dove
non vuoi..."
"Il dio nudo" Il mio dio canta nei fiumi e si gode il
mattino..." e io aggiungo: anche il mio!! è bellissima
"I dubbi della
notte"
"Gente in movimento" "si nasce dal dolore di un altro
che poi ci
tiene la mano..." ed è amore...
"Che il sangue del giusto ricada
sull'empio" questa poesia mi ha provocato lacrime; "per
quale antica
maledizione ci tocca/ che siate voi maschi a poter scagliare sempre/ la
prima pietra?" Che bello se Dio fosse Madre/ e voi tutti inutili e
blasfemi" Meravigliosa la sento mia. grazie per averla scritta.
"Avevi
ragione Tu" un'altra poesia che sprofonda in me, dove mi
ritrovo al
femminile... specialmente nella terza strofa.
Insomma alla fine potrei
elencarle tutte, anche quelle dedicate agli amici poeti scomparsi
Daniela, Marcello Claudio Beatrice... anch'io mai dimenticherò la
loro
dignità, il coraggio che hanno dimostrato senza far trapelare nulla
della malattia se non nelle tristi ma belle poesie, spero che siano in
pace, che ci guardino e ci proteggano in qualche modo,
Maria sei
fantastica e bravissima, anche se questo lo sapevo già ma il libro
svela ancor di più il tuo amore per gli altri, la bravura, la
disponibilità e la sofferenza che tieni stretta nel cuore, io non sono
al corrente dello stato della tua salute... spero e mi auguro che le
cose migliorino e che ritrovi la luce della speranza davanti al tuo
cammino.
Tantissimi abbracci e ogni bene per la tua vita, ciao
MARIA!! GRAZIE!
 

Aurelia Tieghi




Condividi post

Repost0
30 settembre 2011 5 30 /09 /settembre /2011 07:59

 

Innamorati  di un sorriso

di un somaro che non sappia contare i baci,

innamorati di un’idea

e fa che non sia solo tua,

innamorati del mare

quando dentro si tuffa il sole,

innamorati di un uomo

che sappia chiedere perdono,

che abbia sempre monetine in tasca

e milioni di sogni in testa.

Innamorati di un dolore ed accoppialo col tuo,

non nascerà un grande amore

ma qualcosa di più che è la compassione,

e con passione vivi i giorni

e riposa l’anima nelle notti fredde,

portati a letto milioni di parole sotto le coperte

saranno cenere o sconforto.

Innamorati di quello che hai da dire

ma non trovi mai il tempo,

impara a memoria il nome delle tue paure,

passateli tra le dita come grani di un rosario,

questo è il conto da pagare

per ogni risata ,per ogni pazzia,

anche la poesia ha un prezzo

ma nessuno sa quale sia.

Maria Attanasio

Condividi post

Repost0
28 settembre 2011 3 28 /09 /settembre /2011 00:08

azzara_fb_emergency--400x300.jpg

 

 

C'è qualcuno nelle nostre istituzioni che stia facendo qualcosa di concreto per liberare questo ragazzo,partito per mettere a disposizione non solo le sue capacità lavorative,ma anche il suo cuore.

 

LIBERATELO,è un figlio ,un fratello,un amico è un uomo di pace ,trovatosi in mezzo ad una guerra perchè la sua coscienza è stata più forte di qualsiasi timore per la sua sorte.

 

Ministro degli esteri o chiunque possa fare qualcosa lo faccia,ogni giorno in più che questo ragazzo vive prigioniero è un giorno in cui sputiamo sulla nostra stessa libertà.

 

 

Sottovento

 

nb.Se per il ministro Bossi chi espone il Tricolore è un somaro,sono felice di appartenere a questa specie,molto più piacevole l'idea di essere un somaro piuttosto che rappresentante del genere umano al quale senza dubbio il Senatore,fa parte,io certi giorni un po' meno e non mi disiace per niente.

Condividi post

Repost0
27 settembre 2011 2 27 /09 /settembre /2011 09:26

Che cavolo di Paese è quello in cui se muori in missione di pace saltando con i tuoi mezzi ultra moderni su una latta di benzina,ricevi tutti gli onori militari,se invece muori perchè questo mezzo che doveva difenderti ,si ribalta non si sa per quale motivo,nessuno ti accoglie al rientro in patria e nemmeno si scomodano a farti i funrrali di stato anche perchè lo stato è impegnato non si sa come nè dove e nemmeno più chi è lo stato?

 

Che cavolo di paese è quello in cui pure la Chiesa,che ha tanto beneficiato del Governo B.si acccorge che ormai nessuno più ha il senso della vergogna nè tantomeno quello dell'onore?

 

Che paese è quello il cui leader fa pesanti affermazioni sul leader di un altro paese solo pechè è donna poco attraente forse,ma molto più abile di lui nel governare e nessuno ,nemmeno le femmine si indignano?

 

Che paese è quello in cui un  alto prelato sostiene che è meglio andare a puttane che essere omosessuale?

 

Che paese è quello in cui il Ministro della Pubblica istruzione non sa quel che dice o peggio quello che le fanno dire?

 

E ci sarebbe tanto altro da dire e scrivere.Sottovento però è in malattia non retribuita da nessuno,e soprattutto stanca

di vivere in un paese in cui per avere una notizia certa devi vedere 3,4 telegiornali.

 

 

m.a.

 

Condividi post

Repost0
23 settembre 2011 5 23 /09 /settembre /2011 23:29

...

bandiera Italiana-copia-1

 

 

Sottovento partecipa al lutto che ha colpito la Nazione,ed è vicina ai familiari delle vittime dell'incidente avvenuto ad HERAT:

Tenente RICCARDO BUCCI

Caporal Maggiore  MARIO FRASCA

Caporal Maggiore  MASSIMO DI LEGGE.

 

 

 

 

 

La conta è arrivata a 44 soldati italiani uccisi in missioni di pace,sangue innocente,sangue italiano

Condividi post

Repost0
23 settembre 2011 5 23 /09 /settembre /2011 07:58

 

A  Daniela P.

 

 

Come le previsioni meteorologiche

che non ci si fida mai

come per gli uomini

anche quelli che non sono marinai

quante parole adesso mi vengono incontro

come fossero persone

con gambe e scarpe nuove

e poi non so mai quello che devo dire

nei momenti più importanti

(sai, quelli che fanno sudare)

 

io sono come le stagioni

che non sono più quelle di una volta

e me ne accorgo mentre passeggio

fuori e dentro un sogno

che non ci sono ma mi sento

fuoco e fiamma

distruggo quel poco di umano

che la realtà mi riversa addosso

in tutto questo non -amore

che non è odiare

ma non “sentire” niente nemmeno il vento

né l'acqua fresca giù in gola

nonostante l'arsura

 

figlia madre femmina dolorante

amante amata e ricordata

tra i fiori che non coltivo

nei giardini che non bagno e non ci vedo

cicale o lucciole

nei passaggi obbligati

nei giorni segnati

quelli che restano ed hanno un nome

che non conosco e un numero che non

immagino ma mi piace pensare infinito

in quello che sei

per come sei stata passata in un attimo

come un'auto veloce

e le canzoni dai finestrini aperti

ché  era  già estate

ed io pronta ad urlare nella notte

fino a restare senza fiato

tutte le cose che mi son rimaste da dire

a te sola,

mi manchi.

 

 Maria Attanasio

 

Da "IL Pane Di Lorenza"

Condividi post

Repost0
22 settembre 2011 4 22 /09 /settembre /2011 08:46

 

 

 

  

Occhi come finestre

storie che passano

su gambe veloci nella notte.

 

Occhi pozzi neri

occhi fissi di cielo

occhi spaventati

occhi sorpresi

profondi, occhi arrabbiati

occhi di brace.

 

Occhi di guerra

lacrime a disperare

occhi di pace

e nell'anima altra luce.

 

Occhi come i tuoi

che mi fanno ancora male

occhi di mia madre

in giro a cercare risposte

al suo dolore.

 

Occhi fissi sul mondo

ed ancora non sanno

occhi che capiscono al volo

occhi prossimi al presente

consumati, occhi di pianto

occhi chiusi nel sonno.

 

Occhi ancora vi sto guardando

cercando ,fissi nei miei

chi abbasserà per primo lo sguardo.

 

 

Maria Attanasio



da "IL Pane di Lorenza"

Condividi post

Repost0

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti