Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
1 marzo 2011 2 01 /03 /marzo /2011 08:15

Frammenti 11

 

Mi fai tornare in mente

la malinconia dei circhi di periferia

 

i mercatini delle pulci

la gente che spinge

 

e poi magari nel pomeriggio

piove e non c’è da mangiare in casa

 

mi fai tornare in mente

le preghiere dei vecchi

ex bestemmiatori

 

mi fai tornare alla campagna

di Russia

chissà perché…

 

Maria Attanasio

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
28 febbraio 2011 1 28 /02 /febbraio /2011 07:48

Frammenti 10

 

Noi che siamo fatti di cellule

fibre nervose e quant’altro

 

diventeremo cenere

ci accoglierà la terra

ci disperderà il vento

 

i capelli gli occhi

e quella parte inconsistente

pesata a grammi

che cambia tutto

 

estate e inverno

il paradiso è un sorriso

perso nella vetrina

di una pasticceria

di periferia

 

l’inferno

è quando devo ascoltare

quella voce che mi ricorda

il gesso sulla lavagna

ogni mia spina in gola

 

mi dirai poi col tempo

quello che volevi dirmi

restando in silenzio

mentre io già pensavo al peggio

e mi facevo polvere nell’angolo

 

ci ritroveremo amanti

una notte tra le tante

e sarai per me

quello che sono disposta

ad essere

 

non chiedere niente

alla fine ti sarà dato.

 

 

Maria Attanasio

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
26 febbraio 2011 6 26 /02 /febbraio /2011 07:49

 

Frammenti 9

 

Come un rumore di felicità

lontano,

 

come il vento che porta via

foglie ed aquiloni con lo stesso impeto,

 

come la risata di mia madre

eco nella memoria ormai,

 

come braccia segnate

dalla fatica,braccia straniere,

 

come uomini saltati in aria

guerre di ogni tempo,

 

come quello che passa

o resta nodo in gola,

 

come figli che crescono

sconosciuti in casa,

 

come parole che si confondono

e fanno notizie varie,

 

come uomini e donne

poesie e lamenti e delusioni,

 

come il fastidio

della sabbia tra le dita dei piedi o tra i denti,

 

tutto passa

e passando ci cambia,

 

tutto ci trasforma

e spesso ci peggiora.

 

M.A

 

 

 

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
24 febbraio 2011 4 24 /02 /febbraio /2011 08:39

 

 

Frammenti 8

 

Quasi non sembra

eppure è

 

risuonano dalla strada

voci e rumori

 

perché si ama spesso

chi non ci ama

chi ci tiene per il collo

sorridendo

e pensa di noi in verticale

quello che vorremmo orizzontale ?

 

quasi non sembra

eppure è così che succede

in fondo chi potrà mai

controllare il cuore

come si fa con la voce

 

il cuore che batte lento

vive più a lungo

dicono…

 

M.A

 

 

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
23 febbraio 2011 3 23 /02 /febbraio /2011 07:55

Frammenti 7

 

 

Mi dirai

-io ti ho cercato a lungo-

Ma quel tuo tempo

era solo la misura di un mio passo

e non di un cercare e trovare

 

 

Tu non lo sai

ma mi devi  ancora

un milione di notti d’amore

 

io ti devo un favore

lo stesso che al giardino

deve il fiore.

 

M.A

 

 

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
22 febbraio 2011 2 22 /02 /febbraio /2011 09:10

Frammenti 6

 

Non sei tu il mio mal di stomaco

ti porto come anelli belli

su tozze dita

 

non sono mai così vera

come adesso

che mi cerco a tentoni nel buio

 

quante mani ha Dio

e quanti denti

se gli somiglio son bello

e disperato

 

da bambina parlavo pochissimo

e mi son cresciuti solo gli anni

 

molto ho letto

e molto ho dimenticato

ma tutto è dentro

e non l’ho sognato.

 

M.A

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
21 febbraio 2011 1 21 /02 /febbraio /2011 07:51

Frammenti 5

 

Ti cercherò

anche nella mia voce

col tempo e la fortuna ti somiglierò

 

 

mi ameranno in molti

come in molti ti amavano

 

il mondo è così grande

il cielo è dentro noi

basta mandar via le nuvole

 

domani mi sveglierò

dopo una notte di sogni

mi avrai detto tutto

ma non quello che volevo sapere

 

ci sono parole

come gocce scavano la roccia

ci faremo capire

anche senza intenzione

 

adesso è tutto più calmo

domani non esiste

al cambio con questo giorno.

 

M.A

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
20 febbraio 2011 7 20 /02 /febbraio /2011 08:39

 

Frammenti 4                 (a mia Madre)

 

-Che giorno è?-

-Madre,fuori la vita si muove

ogni negoziante inizia il suo giorno di lavoro

le sue lamentazioni

oggi come sarà domani-

-che io ci sia o no-mi dici

e questo ti conforta

 

gli occhi a cercare intorno

l’angelo dov’è

ora che ti conto le ossa

e di notte ti tengo la mano

ma non scapperesti mai

per tuo volere

 

e non c’è più fame

non c’è più sete

 

in me non c’è un verso

che tenga il ritmo

osceno del mio dolore

perché ti vorrei qui con me

per sempre

ma anche in pace

 

il dolore non si può spiegare

sento le urla dall’altra stanza

provo vergogna

per non saper gridare

 

batte lontana una campana

nessuno sembra sentire

 

c’è stato un tempo in cui

spolverando cantavi.

 

M.A

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
19 febbraio 2011 6 19 /02 /febbraio /2011 20:56

Frammenti 3

 

Lo so mi commuovo facilmente

pensare che avrei voluto fare

l’autore di canzonette

 

 

io con le dita sporche di terra

ma sono pochi i gerani

fioriti sui miei balconi

 

il pianto di mia madre

ed io in fasce

annego nello stupore

è uno dei miei primi ricordi

 

la sirena annunciava alle tre

la fine del turno di lavoro

ancora un po’di pace

e poi il ritorno di mio padre

 

ad occhi chiusi

(e con addosso chissà quale croce)

le parole che un tempo

sono state pietre

ora sembrano leggere

anche tra noi

 

noi siamo qui dimenticati

dalla gioventù che pure

aveva riso tanto di noi e con noi

condannando il tempo

all’attesa più lunga.

 

M.A.

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
18 febbraio 2011 5 18 /02 /febbraio /2011 08:10

Frammenti 2

 

 

C’è qualcosa che somiglia ad un buco in gola

pezzi di stagnola che abbiamo scambiato per stelle

donne sagge che ci vengono ancora in sonno

dopo averci regalato la vita

 

C’è qualcosa che somiglia ad un buco in gola

pezzi di passato proiettano ombre sul futuro

poi sai all’improvviso che per quanto madre sei

ogni figlio è quasi sempre solo

 

E poi ci son le voglie da nascondere

come nascondi il dolore

ci sono cose che non si possono dire

altre che è meglio non fare

 

La verità non è mai una sola

la mia ambizione in nuce

è un altro fallimento

ho sbagliato a scrivere il mio nome

e le nuvole stanno già passando

 

Ci sono storie che si somigliano

ma non sono mai uguali

per cui se ci raccontiamo il nostro male

almeno una di noi due potrà guarire.

 

M.A

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti