Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
20 ottobre 2011 4 20 /10 /ottobre /2011 08:27

...

Su Cantierepoesia potete leggere se volete,una poesia mia e della grande Tinti Baldini che mi onora,scrivendo con me,da lontano

geograficamente,ma col cuore sul cuore.

maria attanasio

Condividi post
Repost0
18 ottobre 2011 2 18 /10 /ottobre /2011 10:06

...

Eppure…

 

 

 

Metterò le tue mani sul mio viso

mi riconoscerai dalle rughe

dai sorrisi mancati ,

poi mi guarderai come capitando per caso

in viaggio tra le lacrime e i sospiri

chissà se ti fermerai

raccogliendo il guanto di una sfida

che è la vita in due

in una vita sola,

e non è facile capire,

non è mai quello che si sogna

che si ritrova

aprendo gli occhi al mattino:

eppure ti vorrei lacrima o sorriso-

 

 

 maria attanasio

Condividi post
Repost0
17 ottobre 2011 1 17 /10 /ottobre /2011 08:25

Ho bisogno di un pianto

fatto di lacrime

fatto di  sangue di vino

di spavento e tormento.

Ho bisogno di un pianto

che mi purifichi dentro

che mi ripulisca

dai rimorsi come dai rimpianti

che mi fecondi  di speranza

oppure di cenere

ma che non mi dia al vento.

Ho bisogno di un pianto

che mi sia da mantello

che faccia il mio cielo più bello

che mi restituisca tutto quello che ho perso

tempo e denaro

dentro amori di cristallo

fragili e inutili alla prima scossa

Ho bisogno di un pianto

che mi uccida e mi salvi

adesso che il tempo

è quasi tutto al passato.

Ho bisogno di un pianto

puro come quello di un bambino

che ha fame ed un seno di madre

pronto a soddisfarlo.

 

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0
16 ottobre 2011 7 16 /10 /ottobre /2011 15:55

Giornata nera ieri per Roma e per l'Italia intera con gli occhi del mondo puntati su quella che doveva essere una manifestazione

pacifica,contro la politica di questo governo che sta uccidendo il futuro dei nostri figli sotto i nostri occhi.

 

Ho qualche dubbio però:come mai non c'è stata nessuna prevenzione del fenomeno pur noto dei facinorosi che si introducono nei cortei mascherati ed armati?

 

Come mai nei bus partiti dalle scuole di Napoli già si sapeva che ci sarebbero stati pochi controlli ,proprio perchè la manifestazione era pacifica,e questo come lo sapevano i ragazzi che hanno partecipato lo sapeva sicuramente anche chi partecipava con intenzione non pacifiche.

 

Come mai quella che doveva essere una manifestazione contro il governo adesso sembra essere una manifestazione contro la possibilità di manifestazione futura?

 

Come mai ,per ogni finanziaria che il govero approva ci sono fondi per i servizi segreti e non per le forze dell'ordine e come mai i servizi segreti che addirittura dovrebbero proteggerci da attacchi terroristici,non riescono a prevenire le mosse di un gruppo di idioti che rimangono per lo più ignoti ?

 

In definitva chi controlla il controllore?

Questi idioti chi li arma,chi li fa arrivare a Roma piuttosto che in un'altra città e soprattutto perchè non vengono quasi mai identificati e se lo sono non si sa fino ad oggi di un processo a loro carico?

 

Se è pur vero che il nostro è un Paese di misteri di stato,possibile che lo sia anche di rincoglioniti che non vedono l'ovvio e cioè che questi hanno fatto un grandissimo favore al governo ed uno pessimo al Popolo?

 

A pensar male non si guadagna niente,ma nemmeno si perde...

Condividi post
Repost0
15 ottobre 2011 6 15 /10 /ottobre /2011 07:56

Poeta Moderno

 

Il poeta sa che non può pascersi all'infinito nella sua solitudine

sa che è in atto una guerra di civiltà: Oriente ed Occidente

secoli fa si son combattuti con il ferro delle spade

prima o poi si userà qualche nuovissima arma

di distruzione di massa, questo il poeta nel suo giardino

di rose e spine di cardi e cipolline lo sa.

 

Il poeta sente entrare dalla sua finestra l'odore dolce del glicine

e ne immagina il colore senza affacciarsi

perché è distratto dai conti del droghiere,

sa che questo è il mese in cui si salda il conto

del riscaldamento invernale, che ci saranno abiti primaverili

da comprare, mettere via abiti pesanti e gli ombrelli(forse per questi meglio aspettare ancora),

il poeta sfoglia giornali e si lascia andare alle notizie

più crude per avere un sogno giusto da salvare,

sa che c'è una parte dell'umanità non ancora impazzita

il vero problema è trovarla.

 

Il poeta sa che ha vissuto già ¾ della sua vita nel bene e nel male

ricorda belle gite ed anche giornate da dimenticare

e tutte le poesie della scuola sa della polvere e

il buon odore che danno i libri,

il poeta sa che la realtà si scompone e ricompone

che sia presente o no al suo tempo,

sa che non potrà soffiare via la sua stessa cenere

che dovrà ripulire casa dagli odori dell'inverno

quando finalmente la primavera arriverà.

 

Il poeta sa la bontà del pane e del vino

sa che gli uomini di Chiesa non sono Dio,

impara a pregare e si fa un giro di valzer immaginario

con quell'amore che si è lasciato cantare

ma mai toccare in lenzuola morbide di bucato

odorose d'estate, ma è andata così ed il poeta ride

guardandosi quel buco che ha nel cuore

e non può fare a meno di pensare a chi è morto

prima del grigio tra i capelli ,ai tanti che han chiuso gli occhi

senza capire, sa dei carnefici, che la legge è uguale per gli altri

sa che giustizia e libertà sono parole, che molto spesso

il sangue degli eroi è stato versato invano ché eroi non si nasce,

chi di spada ferisce ,poi può fare quel che gli pare,

sa delle strade per l'inferno lastricate di buone intenzioni

il poeta sa che potrebbe mentire per un'ora di amore puro,

che ha paura ed occhi di nebbia quasi ogni notte.

 

Il poeta sa bene, non credete, che tutto è già stato scritto

ma l'anima no e continua a bussare sulle dita

stellate e senza stelle a volte, sa che dovrà morire,

dopo chissà quante parole e ne vuole essere ricoperto,

per un po' vuole ridere e sentirsi bambino.                                           

 

Maria Attanasio  da  IL PANE DI LORENZA

Condividi post
Repost0
14 ottobre 2011 5 14 /10 /ottobre /2011 07:49

 

 Ha radici profonde

l’albero dell’invidia,

di quelle che spaccano la terra

sollevando enormi zolle.

 

Pensandoci  bene,

potreste seppellirvi

senza ulteriori spese

alla mia tolleranza

che pure

per mia dignità personale

deve avere un limite.

 

Se come poeta  sospettassi

la perfezione dei miei versi,

somiglierei troppo a tutti voi Maestri

sulle cattedre sbilanciate

dall’età e dai pregiudizi,

e sono già quarant’ani che vi fuggo

adesso ho il fiato corto.

 

Maria Attanasio

 

Condividi post
Repost0
12 ottobre 2011 3 12 /10 /ottobre /2011 07:47

Qualcuno,sta già strappando la sua tessera di Forza Italia.

Si ripete la storia di quando molti passarono dalla sera alla mattina dalla camicia nera ad un'altra splendida di bucato,bianca.

Si spera che,una volta presa coscienza ,rinuncino anche ai privilegi che hanno avuto grazie a quella tessera,uno scatto di orgoglio è quello che serve ora al nostro Paese.

Quelli che hanno aderito e votato Forza Italia,rappressentano la classe media del nostro Paese,a parte i poveri pensionati che hanno creduto nell'aumento delle loro povere pensioni,e questa classe media,che un tempo era la borghesia,tipo medici avvocati,liberi professionisti,quelli che sono allergici al rilascio di ricevuta fiscale in poche parole,adesso dovrebbero avere il piacere di concedersi un ulteriore lusso:quello dell'onestà.

So bene che la maggior parte dei voti sono arrivati dal Sud,ma è noto che a noi piace avere dei dominatori,non per masochismo o piaggeria o peggio pigrizia mentale.è che noi abbiamo sempre fatto da soli e poco importa chi reggeva le fila a Roma.

Ci siamo illusi che risolvesero il problema dei rifiuti ,ma loro si sono limitati a ripulire il salotto buono,gettando la polvere sotto il tappeto delle periferie che non a caso vivono adesso il dramma delle discariche più o meno abusive.

Resta la speranza in uno scatto di nuova dignità,basterebbe che ognuno facesse il proprio dovere.

Nessun giudizio morale o politico il mio,solo una riflessione.

Sarà quel che sarà,sperando che sia qualcosa di buono.

 

sottovento

Condividi post
Repost0
11 ottobre 2011 2 11 /10 /ottobre /2011 07:58

...

 

 

 

L'Angelo

 

L'Angelo dov'è

adesso che ti si vedono le ossa

e la pelle è diafana

la voce manca.

 

L'Angelo dov'è

a chi sorride buono

e solitario,

a chi annuncia un futuro roseo

di vento e fuoco

ora che i giorni gocciolano

lenti nella flebo

e gli occhi tuoi

più non mi vedono.

 

L'Angelo dov'è

sta forse accarezzandoti i capelli,

ti sfiora le mani grandi,

comprende lui

ogni tuo sospiro,

ti tiene sottobraccio

nel prossimo cammino.

 

 

angelo in attesa

 

 

 

Maria Attanasio        da IL PANE DI LORENZA

Condividi post
Repost0
9 ottobre 2011 7 09 /10 /ottobre /2011 00:16

elena--e-tommy.jpg

 

Auguri di buon compleanno ad Elena,che il mio "bene d'amore"possa raggiungerti e scaldarti il cuore ,ora che la serenità

si è distesa sulla tua vita come una leggera coperta color cielo portata dall'Angelo che ci guarda sorridendo,sempre.

 

Auguri ad Edoardo Tassone che oggi compie 16 anni,regalo bellissimo sei stato per Elena e Vito,dono d'amore ed impegno verso la vita,come Silvia ed oggi come Tommaso.

Ti auguro di essere forte come una roccia e che il tuo futuro sia luminoso e sereno,ricorda sempre che il tuo capolavoro sei te stesso,nessuno al mondo può nè deve cambiarti,bello come sei,piccolo uomo che sai bene come la vita dia tanto,ma che tutto ha un prezzo a volte caro.

Vivi nell'esempio dell'amore dei tuoi genitori,che ti circonda e ti protegge anche quando ti sembra un peso.

Vivi la vita,come vuoi ,come imparerai nel tempo.

 

Maria

con Sergio Alessandra e Francesca,sempre e per sempre amici.

Condividi post
Repost0
7 ottobre 2011 5 07 /10 /ottobre /2011 08:08

...

Gente in movimento

 

 

Non si cambia mai

eppure si va

piano piano

dolcemente

fino in fondo

il cuore che sa

non mente

e si abbandona

alla luce tenue

della sera.

 

Non si cambia mai

si nasce dal dolore

di un altro

che poi ci tiene la mano

e noi potendo vorremmo andare

ma si resta ed è amore

così

piano piano

dolcemente

fino in fondo

il cuore che sa

non mente

e saliamo scale

e scendiamo in baratri

mai immaginati

prima

 

lentamente si va

anche solo per amore.

 

maria attanasio

Tratta da IL PANE DI LORENZA

 

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti