Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
29 dicembre 2009 2 29 /12 /dicembre /2009 15:49
cuore1-copia-1.jpg

Madre,

mi hai resa fertile come terra

e padrona di ogni sorpresa,

di ogni tragedia,di ogni gioia.

Madre,terra arata

dal fiore di campo in poi

quanta è stata la fatica

e l’angoscia di ogni attesa,

 il tempo corre

i minuti non passano mai

mentre aspetti i tuoi figli

e chissà in quali occhi arrancano,

dov’è che stanno cercando

un’identità

che non sia la tua dolce catena.

 

Madre,

terra d’approdo

e mai di fuga,sei stata fiato nel fiato

e grano sacro di ogni preghiera,

rimorso costante la sera

quando non arriva sonno clemente

a mettere fine

alla corsa del giorno,

senza requie il passato ritorna

con le ombre lunghe

nella notte,mette pesi e misure nuove

su quello che ho perso,perdendoti,

pianta chiodi nuovi nel petto

il passato,e ti cerco ancora.

 

Madre,

terra fertile,terra mia

dove sono arrivata ad essere femmina

e donna ,madre e per sempre figlia,

non si recide mai nessun cordone,

c’è qualcosa di più forte del tempo che passa

del dolore ,della morte,

della mancanza del tuo corpo

nel mio spazio:

è il cuore madre, questo muscolo lento,

questo pugno di sangue in fermento,

questo vaso di cristallo ancora da riempire

questo volo di farfalle che non so capire,

questo cuore ti cercherà sempre.

 

Maria Attanasio

Condividi post

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento

commenti

tinti 12/29/2009 21:28


E' così piena di te ,di fermento e amore con quella catena leggera che unisce madre e figlia e mai si spezza ,quella terra dentro.Grande sei amica e vanne fiera!Tinti


Massimo Botturi 12/29/2009 19:33


Maria, sei una poetessa piena di passione, e mai banale. La mia stima si nutre del sentimento che leggo ogni volta lucido e forte, in te.
Un caro saluto.


Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti