Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
21 luglio 2009 2 21 /07 /luglio /2009 11:25

...ma se uno potesse raccontare davvero
la noia di certe giornate,
tra le facce alle quali devi sorridere
ma che vorresti spaccare,
e la presunzione oscena
di chi ti guarda ma non ti vede
ma sa che sul palco della vita
è riservata proprio a lui un'altra scena,
e a te indomito inventore
della tua esistenza,non resta che
tentare di trasformare l'odio
in indifferenza,per avere
meno da fare
e farti,tra nuovi vizi,
dall'ozio cullare.

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0
17 luglio 2009 5 17 /07 /luglio /2009 08:47

...

 

Benvenuto

 

 

 

Benvenuto in questo Paese

dal clima quasi tropicale,

in equilibrio sulla linea sottilissima

tra bene e male,

benvenuto in questo secolo così nuovo

da sembrare antico

se solo ti fermi a valutare

quali sono stati i vantaggi

della realizzazione di tutti i nostri sogni,

ci sono città dove puoi morire

per esser passato dalla strada sbagliata

e si muore sotto muri tirati su

a calce e sabbia

e quello che resta è dolore e rabbia

e musi che sorridono all’opinione pubblica.

Benvenuto sulla scena

della tua missione storica

di essere unico e solidale

con quanti ti faranno posto

se solo lo vorranno,

mettiti in coda ,chiedi venia

qualcosa cambierà

perché tutto resti uguale

se saprai ridere quando è il momento di piangere

davanti alle telecamere,

se saprai scegliere il male minore

tra ogni possibile male.

 

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0
16 luglio 2009 4 16 /07 /luglio /2009 08:28

...

 

Giorni

 

 

Giorni buoni come il pane

giorni duri da masticare

giorni vuoti e da riempire

con quello che viene,

giorni tira e molla

giorni come treni in corsa

giorni scossi che si muore

giorni di polvere sulle mani

mai stanche di scavare,

giorni che resti a guardare

quella parte di te

che si ostina a vivere.

Giorni di vento caldo dall’Africa

giorni  di morti in guerra ,

giorni di fame e di sete

giorni che nemmeno ti accorgi di respirare,

giorni agli angoli delle strade

uomini bevono vino dal cartone

perché niente è poi così umano

che puoi perderci un giorno della vita

a mettere punti e virgole

tra tutte le parole,

giorni che anticipano le notti

che fa troppo caldo anche solo

per pensare.

Giorni così strani che galoppano

e ti scopri macchie sulla pelle

mai viste in altri giorni,

giorni deludenti di un amore

che ci respiriamo addosso da troppo tempo

per avere ancora posto

nel cuore dell’altro inesplorato,

giorni che ho pensato tutto

ed ho ancora un po’ di tempo per pregare…

 

 

…sed libera nos a malo.

 

 

 

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0
14 luglio 2009 2 14 /07 /luglio /2009 08:55
Condividi post
Repost0
11 luglio 2009 6 11 /07 /luglio /2009 11:39

...

 

 

Moto Perpetuo

 

 

Niente è per sempre

ma non tutto ha una fine

qualcosa di noi si trasforma in Bene

nonostante  il nostro Male…

 

…ed è per questo che ti vengo a cercare

sangue del mio sangue

cenere nella mia cenere,

ti cerco girando in tondo

moto perpetuo,ogni respiro.

 

 

Maria Attanasio

 

Condividi post
Repost0
9 luglio 2009 4 09 /07 /luglio /2009 19:10
Volevo ringraziare Cristina Bove per aver recensito il mio libro sul suo blog,con parole stupende lasciandomi onorata e commossa.
Ringrazio inoltre Tinti Baldini e Beatrice Zanini che con Cristina ,mi sono state vicine in un periodo particolarmente doloroso della mia vita ed ancora mi accompagnano.
Ringrazio tutti coloro che sono passati e passeranno sul mio blog e gli amici di Poetare e del Giardino dei Poeti.
Un pensiero a Daniela,con noi sempre.
Condividi post
Repost0
8 luglio 2009 3 08 /07 /luglio /2009 08:32

...

 

 

 

Chissà…

 

 

Ma quanti siamo nel mondo

miliardi di spermatozoi ed ovuli

riusciti bene

dipende poi dall’ambizione che ognuno ha

da come ti metti in pari il cuore

con quello che sei

disposto ad avere o dare.

Chissà cos’è che ci fa santi

o banditi colpiti poi a morte nella fuga

cos’è che ci fa amanti

piuttosto che amati

rifiuti organici più o meno

riciclati in questa vita per un’altra

senza garanzie.

Chissà perché dall’essere sorriso di Dio

ne siamo diventati il pianto

chissà se spariremo davvero

o stiamo già sparendo

dietro falsi sorrisi

dentro le pance gonfie dei bambini

nelle macerie rimaste lì

nelle voci delle madri che chiamano i figli,

io non ti lascerò ma mi stai già lasciando

atomo ignoto a me stesso

di quale dio son figlio

chi mi calmerà il cuore

dopo l’ultima corsa,

chi si batterà al mio fianco

per l’ennesima  ingiustizia

se prego e poi mi pento

posso peccare all’infinito

oppure sono già dannato..

…chissà…

 

 

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0
7 luglio 2009 2 07 /07 /luglio /2009 18:22

 

 

 

 

 

Solo per Francesca

 

 

Morderai la vita ancora

strappando a pezzi

tutti i tuoi oggi

per avere un domani

oltre le mie parole

e quello che ti posso dare

 

 

sei i miei occhi guarda

se le mie mani lavora e dona

sei la mia voce fatti sentire

sei il mio cuore nel tuo cuore

batti più forte

dopo di me con me

e oltre me.

 

 

Maria Attanasio

 

Condividi post
Repost0
5 luglio 2009 7 05 /07 /luglio /2009 00:03
Sogno


Un filo di seta
sottile
quasi trasparente
tra grattacieli
ombra sfumata
che vacilla
un'altra
a distanza
in attesa
e poi il risveglio
improvviso
spiazzante.

Tinti Baldini
Condividi post
Repost0
4 luglio 2009 6 04 /07 /luglio /2009 00:03

...

 

Una morte piccola

 

 

 

Mi si frantuma la vita

In mille occasioni perse

E tu di me che sai

Se mi hai mentito così bene

Guardandomi negli occhi

Senza trovarci nemmeno

Un dispiacere ed io volevo

Una morte piccola

Qualche giorno appena

Per poter vedere le mie cose

Messe da parte e la polvere sulle mie carte

E tutti i file cancellati dalla memoria

Il pianto di chi piange

E la risata di chi ride

Anche nella mia gola

Io volevo solo disperdere le mie ceneri

Sentirmi dare della carogna

Senza provare la vergogna

Di avere tutto e desiderare ancora

E tu di me che cosa sai

Nel pianto che scolora il trucco

Dei tuoi anni che non sono mai stati i miei

Delle mie mani maldestre

Del mio futuro ingombrante

Io volevo solo una morte piccola

Di qualche ora

Poi ritornare e restare ancora

A scrivere sull’acqua il mio nome

Ad aspettare dopo il dolore le giornate buone.

 

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti