Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
25 agosto 2009 2 25 /08 /agosto /2009 00:11

Tra sacro e profano

 

 

Tra sacro e profano

tra cielo e terra

in mezzo al mare

in milioni di occhi

sulle labbra in un sorriso

nell’ultimo mattino di vacanza

o il primo di una nuova vita,

tu dimmi dove sei

stanotte butto all’aria tutte le stelle

come fossero una coperta

ma nel mio letto al caldo

Tu non ci sei.

Tra sacro e profano

tra Messe e sagre paesane

non costa niente sperare

né controllare il sangue versato

e quello ancora da versare,

se tu sei con me

quando mi siedo sotto il cielo

incendiato dal tramonto

come aspettando un segno divino

o soltanto un gesto umano

che mi riporti al presente

pronta in fondo come sono

a dare il resto di niente,

quel poco di felicità che merito

ed il perdono per aver sprecato

o sfruttato male i miei talenti.

Sai, ho seminato a grano tutti i campi

lontano dal mio ventre

oltre il mio sentire dentro e addosso

quell’antico stupore

di essere madre e figlia per sempre.

Ho buttato giù tutte le stelle stanotte

per dare aria al mio letto

ma tu non c’eri sotto le mie coperte

al caldo in attesa del mio “buongiorno”

o la ventata fresca del mio coraggio

per chiederti perdono per tutto questo benedire

credere senza lasciarsi andare

bagnarsi all’acqua delle fontane

con le stesse preghiere

riservate alle acquasantiere.

Se tu ci sei nella mia ombra

sei dove io sono,

nel mio seguire pigra il tempo

che si rigenera nei figli ancora,

che male faccio a credere

che tu mi possa baciare sul collo

con un tocco lieve.

 

 

10 AGOSTO 2009

(a mia madre che avrebbe

70 anni,oggi)

 

M.A

Condividi post
Repost0
24 agosto 2009 1 24 /08 /agosto /2009 00:22

Ti amerò nel rumore del sabato sera

Tra la folla del mercato

Quando non avrò scarpe né soldi

Con gli occhi gonfi di pianto

Con o senza un altro figlio

 

Ti amerò con i capelli bianchi

Pagine già lette e cattive notizie

Ghiaccio in fondo ad un bicchiere

Per il caldo dell’estate

Ed il freddo dell’inverno senza neve

Mediterraneo

Ti amerò con le mani piene di schiaffi

E le narici offese dagli odori forti

 

Ti amerò tra due fuochi

Con il sangue che imbratta il futuro

Con  la penna ed i fogli

Con le gambe stanche dal troppo camminare

Ti amerò cercando con te

Il confine tra cielo e mare

 

Ti amerò sospesa tra menzogna e verità

In mezzo ai campi a maggese

Intenzionata ad aspettare

Ti amerò per quello che non saprai mai dirmi

Ma io saprò capire

Perché il tempo è minatore

E mi scava dentro e solo tu lo puoi vedere.

 

Maria

 

Condividi post
Repost0
23 agosto 2009 7 23 /08 /agosto /2009 01:01

 

 

Nessuno

 

 

 

Nessuno alla porta

Nessuno che senta il dolore

Coi miei nervi

E le parole che corrono

Veloci sulla tastiera

Lasciano quello che trovano

Un vuoto o un mezzo pieno

Io che ascolto e sono nessuno

Tendo la mano al mondo

Ma il mondo continua il suo giro

Nessuno che chiama o mi sente

In questa notte che ho guardato

Il cielo ma non ho visto stelle.

 

M.A

Condividi post
Repost0
22 agosto 2009 6 22 /08 /agosto /2009 15:33


Maria,Alessandra ,Francesca e Sergio,augurano alla grande Beatrice Zanini alias Marbe,di stare presto bene.
Sottovento aspetta i tuoi commenti e ti vuole bene,ciao dolce.
Condividi post
Repost0
21 agosto 2009 5 21 /08 /agosto /2009 23:17

 

Gentes

 

 

E son contenta anch’io

Pane acqua e tanta terra

Dopo il mare

E labbra spaccate dalla salsedine

Ed il rumore della gente

Arriva da lontano

Puzza di orina e sudore

E non c’è spazio per pensare

E se qualcuno mi tenesse le mani

(almeno una sola)

Quando di  notte la temperatura cala

Fuori e dentro il cuore

Se qualcuno mi dicesse che è normale

Umano avere tutta questa paura

Allora questo viaggio

Sarebbe un po’ più dolce

E melodioso il canto

Che si alza per vincere il terrore

Di essere in tanti ed arrivare in pochi

 

E son contenta anch’io

Finché  c’è pane

E ancora un po’ d’acqua

 

 

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0
28 luglio 2009 2 28 /07 /luglio /2009 23:43

Buone Vacanze a tutti.

Grazie a chi mi ha seguito fino ad oggi,Cristina,Tinti ,Beatrice,Bruno e tutti gli altri.

Vi aspetto a fine Agosto,sottovento e col vento a favore.

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0
24 luglio 2009 5 24 /07 /luglio /2009 08:25

...

 

 

A Maria

 

Avrei voluto

per questo commiato breve

di sogni in versi e doni

avrei voluto mendicare

quella forza vitale

che nascondi

sui palmi della mano

e stringe il petto

avrei voluto chiederti

quei raggi di sole

d'innocenza di bosco

avrei pensato di supplicare

immacolati cieli

in giorni piatti

di panna e limone

ma non

ne ho avuto bisogno

chè hai fatto

uscire dal tuo uscio

strombato 

tutto d'un fiato

scaldandomi

il fiato corto

con occhi dorati

un senso del tutto e

del nulla che mi

dà pace.

 

Tinti e grazie

Condividi post
Repost0
23 luglio 2009 4 23 /07 /luglio /2009 00:05

 

 

 

È sangue ,dolore

Mani che non riconoscono le gambe

E piedi che non fanno il loro dovere

 

Chi ha colto il fiore dei tuoi anni

Chi ha tracciato il confine

Tra un pomeriggio di Luglio

Ed il male assoluto

 

Muto siede alla destra del potere

E noi non lo sapremo mai.

 

M.A

 

 

 

 

(x Emanuela Loi

prima vittima donna della mafia

uccisa insieme a Paolo Borsellino

e gli altri agenti della scorta

un pomeriggio afoso di un Luglio

di sangue nel 1992)

Condividi post
Repost0
22 luglio 2009 3 22 /07 /luglio /2009 17:55

...



vorrei tu fossi qui
in questo momento che il cielo s'incendia
ed il giorno va a passi ancora lenti
verso la notte

vorrei tu fossi qui
in tutte le parole
anche quelle non dette
nei silenzi potrei ritrovare
 profumi di corpi
appena passati
e mai dimenticati

vorrei tu fossi qui
nella solitudine
potrei trovare un senso
anche alla mia fine.

M.Attanasio
Condividi post
Repost0
22 luglio 2009 3 22 /07 /luglio /2009 00:18

 

 

 

Un po’ mi perdono

Ti penso e sei soltanto

Nella stanza accanto

Non ti ho perduta

Medaglia sul mio petto

Non ti ritroverò nelle parole

E nel canto delle sirene

In qualche voce ben modulata

Che arriva dalla strada

Un po’ mi perdono

Capita a noi uomini

Più fortunati di scendere dalla croce

Almeno per un po’

Sei mia soltanto

Sei nella stanza accanto.

 

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti