Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
1 marzo 2018 4 01 /03 /marzo /2018 21:05

Come fossi un qualunque dio,

ti ho nominato invano.

Ti ho nominato

senza pentimento,

 tu non mi hai mai sentito.

Giugno 2017

Condividi post

Repost0
1 marzo 2018 4 01 /03 /marzo /2018 21:03

Mi piaceva l’appartenenza

essere di qualcuno

e non solo qualcosa

che non so dire.

Mi piaceva sentirmi legata

non dovevo scegliere

se andare e quando.

Mi piaceva la casa

il conforto delle mura

poi divenute gabbia.

 

Condividi post

Repost0
28 febbraio 2018 3 28 /02 /febbraio /2018 19:11

8

A Napoli si dice (lei l’ha sentito più volte dire da persone anziani e quindi inevitabilmente più sagge), “che sul limone schiacciato a terra, bisogna metterci il piede sopra”.

Si è sempre chiesta se è una forma di cattiveria gratuita verso chi è già in difficoltà, che non bisogna avere pietà per nessuno perché a volte chi ci induce pietas non sempre la merita.

L’ha sentito dire anche da una persona che è sempre stata durante la sua vita molto compassionevole, che ha sempre aiutato tutti, anche se non aveva Lei stessa tanto da poter donare, eppure lo faceva, però ogni tanto diceva questa cosa del limone, e lei che non la conosceva come persona cattiva, pensava che a volte anche i buoni si stanchino di esserlo.

A volte la bontà è stancante, soprattutto quando ti trovi di fronte a persone che non conoscono la gratitudine, che pensano che tutto gli sia dovuto perché esiste da qualche parte un disegno divino che magari prevede che sia dato anche a chi non merita niente.

 

Condividi post

Repost0
27 febbraio 2018 2 27 /02 /febbraio /2018 08:33

Volesse il cielo

che non fosse solo questo mordere

senza masticare,

solo questo guardarsi le mani

pensando al mare.

Volesse il cielo

che non fosse pianto d’innocenti

questo rumore lontano,

volesse che il nuovo giorno si presentasse nudo

e tutto a colori da rivestire.

Volesse il cielo

che ci fosse più cuore nel cervello

e meno piombo da digerire ,

volesse che si potesse , dopo la tempesta,

vedere lo stesso arcobaleno

ovunque.                         

Condividi post

Repost0
22 febbraio 2018 4 22 /02 /febbraio /2018 17:51

…come i battiti che pulsano nel polso

mentre scrivo,

pioggia che picchietta sui vetri,

pianto bambino in una notte

di finestre ancora aperte,

come versi leggeri letti da voci d’incanto,

come gente che mi volta le spalle,

come acqua fredda su calda pelle,

come il passare del tempo sognando,

come vento sui fiori nel campo,

adesso nelle parole taciute,

nelle ossa dolore costante, ti sento.

Condividi post

Repost0
22 febbraio 2018 4 22 /02 /febbraio /2018 17:40

Una parte di me ti cercherà

sempre tra la folla,

un’altra parte se t’incontra

t’ammazza.

Una parte di me, mai

lascerà andare il passato,

un’altra balla e canta

sulle sue stesse ferite.

Vedi, come dice il Poeta, siamo moltitudini.

pieni di dubbi e contraddizioni,

difficile è tenere insieme

questi pezzi di Bene

che attirano il Male.

Condividi post

Repost0
22 febbraio 2018 4 22 /02 /febbraio /2018 17:40

Mettimi addosso una felicità leggera

tipo impermeabile che mi ripari

dalla pioggia della vita,

mettiti di lato e cammina con me

che quello che si divide

non può fare cosi male,

fosse pure il giorno peggiore

non ci troverà impreparati

così riparati.

 

Condividi post

Repost0
22 febbraio 2018 4 22 /02 /febbraio /2018 17:38

E’ un motore propulsore

tiene insieme le ossa

attacca la carne al dolore

spinge verso l’infinito delle possibilità

un tempo rimosse.

È una prima e un dopo

il raccordo anulare

le resettare idee

il mettere a tacere coscienze.

E’ una sveglia che non devi caricare

il temporale che puoi attraversare

l’uomo che non puoi tradire,

la rabbia.

Condividi post

Repost0
22 febbraio 2018 4 22 /02 /febbraio /2018 17:36

Io vaneggio

Tu corneggi

Egli mente

Noi ignoriamo

Voi banchettate

Essi schifano

 

Condividi post

Repost0
21 febbraio 2018 3 21 /02 /febbraio /2018 08:38

Per esempio riparare il cuore

riempendolo di parole buone,

antiche o seminuove

parole di un altrove,

oppure d’oltre

e ribadire che quasi mai

c’è spreco d’amore

fino a crederci e ricominciare.

 

 

Condividi post

Repost0

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti