Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
13 giugno 2009 6 13 /06 /giugno /2009 08:05

Messaggi

 

Quello che non vuoi dire

e quello che non puoi dire,

quello che resta pietra in gola

e poi graffia anche l’anima,

 sei parte di un dolore più grande

che mischi alle parole

che ti vengono leggere,

per farti forte nella giornata

tra medicine e messaggi

espliciti o cifrati

dalla vita per la vita.

Io ci sono

e tu ci sei?

 

Maria Attanasio

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
12 giugno 2009 5 12 /06 /giugno /2009 10:38

...

 

Ancora tempo

 

 

 

Per tutto il tempo che non hai

dovrò vivere

fino al tempo che più non avrò

da consumare

e dovrò salire scale

comprare frutta farmi del male

mettere malelingue a tacere

dovrò misurarmi nelle parole

nell’alimentazione nel sesso nell’ambizione

dovrò crescere figli

dare e avere miti consigli

fare da me senza seguire gli esempi

ispirarmi al tuo tempo

per dare un senso a questo mio tempo.

 

Per tutto il tempo che non hai più

dovrò vivere

caricare telefonini e bagagli

in auto pronte a partire per chissà quali impegni

e trovare rime e risposte

che non è poi così semplice

pagare bollette fare gite fuori porta

guardare altra gente morire

in anteprima mondiale

dovrò smettere di avere paura

farmi da medico e da cura

dovrò calcolare  le distanze

mettere ordine tra le mie carte

ritrovare il tempo perduto in un libro

farmi vento con un ventaglio

e dissimulare il dolore

che non si può vedere

non si può capire

per che mi passa accanto

non è che un’eccezione

il tuo tempo che si è fermato

ed il m io che cerca aria nel fiato

e nella rincorsa del passo poi si arriva

a questo giorno

che sembra davvero un bel giorno

per lasciarsi andare alla deriva.

 

 

Maria Attanasio

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
11 giugno 2009 4 11 /06 /giugno /2009 00:05

...

 

 

 

 

Un’isola

 

 

C’è la possibilità di un’isola

lontano dagli occhi,

ferma in mezzo al cuore

circondata dal sangue

che pulsa e vive

e accelera o rallenta il battito

del muscolo indomito

che tenta la vanità dei gesti

col gusto dolce

di certe parole

che potrebbero essere d’amore.

 

Maria Attanasio

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
10 giugno 2009 3 10 /06 /giugno /2009 12:07

 

 

 

 

Come…

 

 

Come sangue che sbocca a fiotti

Come i tre tempi del valzer

Come pelle che scotta

Come ferita che pulsa

Come seme che cresce nonostante tutto

Come pianto di neonato affamato

Come occhi e mani

Come donna che si mostra alla finestra

Come amante scoperto

Come delitto irrisolto

Come aborto spontaneo e violento

Come incatenato alla mia stessa vita

Come sospeso nel vuoto

Come sigaretta che brucia lenta

Come alcool veloce giù per la gola

Come uno che mente spudoratamente

Come chi è in bilico su un cornicione

Come prete che non crede in niente di quel che dice

Come un ladro inseguito

Come guardia in affanno

Come un profeta in patria

Come un filosofo sotto morfina

Come formica ad una festa

Come fanciulla in  fiore

Come treno veloce

Come cavallo azzoppato

Come Maria

A volte mi sento…


Maria Attanasio

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
9 giugno 2009 2 09 /06 /giugno /2009 11:53
Di notte

Nel finto sonno
vien voglia di fantasie
e allora ti trovi coperta
da polvere di favole amiche.

Tinti Baldini
Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
8 giugno 2009 1 08 /06 /giugno /2009 12:23

 

 Questo è un piccolo omaggio per Beatrice Zanini,
donna e poeta eccezionale.









…l’amore tra i capelli

come lo potrei dire

e tutto quel dolore

che ti illumina le mani a giorno

in una notte che non ha fine

e scrivi salvifici versi di fuoco

lettere scarlatte sull’anima

senza nessuna colpa

 

come lo potrei dire

tutto questo senza maledire

e tu che invece descrivi così bene

la tua croce

peso che nessuno ti può alleggerire

 

se bastassero le parole

se servissero le preghiere

giorno e notte cercheremmo insieme

parole nuove per preghiere antiche

questo ce lo potremmo anche giurare

vero?

 

Maria Attanasio

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
7 giugno 2009 7 07 /06 /giugno /2009 08:45
Grazie a tutti ,in particolare a Gaetano Giulisano al quale va il mio in bocca al lupo per il suo libro.
maria
Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
7 giugno 2009 7 07 /06 /giugno /2009 08:44

...

 

 

 

 

Bambino e soldato

 

 

Ha  piedi sporchi e mani da bambino

Reggono un mitra più grande di lui

E gli occhi dipinti dal terrore già conosciuto

E nessuno mai che gli ricordi il suo nome

La sua vita è interpretazione

Tra guerra e morte  vincerà comunque

Un corpo finalmente fatto solo di ossa

E nessun dolore.

 

 (ispirata a più di una poesia di

Tinti Baldini,che tanto ha a cuore

il dramma dei bambini soldato)

 

 

 

 

Maria Attanasio

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
6 giugno 2009 6 06 /06 /giugno /2009 08:29

...

Ultime dall’Aquila

 

 

Ho visto poi

ridere tra le macerie

chi promette per gloria personale

la ricostruzione

ed un’inchiesta giusta

che dia nome ai colpevoli

e pace ai morti.

 

Ho visto la gente sollevarsi indignata

spinta da una disperazione pura

per quello che non potrà più avere

e fino a qualche mese fa

era una vita normale.

 

 

Maria Attanasio

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
5 giugno 2009 5 05 /06 /giugno /2009 14:50

Un'idea fulminea
da spiegare al popolo:
godete
mentre il potente di  turno
si strozza alla cravatta
e giura alla gente
e alle istituzioni
che la smetterà
di rompere i coglioni!

Maria Attanasio

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti