Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
7 ottobre 2009 3 07 /10 /ottobre /2009 07:53

...

 

Sincerità

 

 

Ero sincero

mentre dicevo-non andartene

e la notte perdeva i rumori del giorno

 

poi mi sono seduto sui miei stessi pensieri

e la tua presenza è stata relativa

 

in autunno potremo comprare

le castagne giù in strada

farci avvelenare un po’

pur di stare in mezzo alla gente

 

hai mai pensato a quanto rumore

si fa per vivere

a quanta agitazione e poi…

 

e poi nessuno è mai tornato indietro

a parte il Cristo ma è l’unico

ed anche Lazzaro ha taciuto

quello che c’è dopo è un’ipotesi

un po’ come il futuro

 

ero sincero perché mi costa poco

posso cambiare nome

e dirti davvero quello che sento

quando la paura stringe

come un laccio la gola

non mi crederesti mai

 

hai mai pensato a quanto dolore

trasmesso in prima serata

a qualcuno cambia la vita

ad altri il conto in banca

che è più o meno

la stessa cosa

 

hai mai pensato a quanta strada

hanno fatto gli eroi

prima di essere eroici

e poi per caso

 

hai mai pensato al rumore dei vetri rotti

alle cabine dei telefoni sventrate

alla tristezza di certe stazioni

ai fiori sui balconi

alla stupidità degli applausi ai funerali

alla monotonia dei sabato da coniugi

al senso che diamo alle parole

che pure sono così leggere

e quasi mai sincere?

 

M.A

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
6 ottobre 2009 2 06 /10 /ottobre /2009 07:54




Se Dio esiste
devo dargli
un segno...


M.A
Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
5 ottobre 2009 1 05 /10 /ottobre /2009 19:02

...

 

Morti a colori

 

 

Morti a colori

ché la vita va avanti

  si aggiornano elenchi

continuamente

 

telecamere impietose

e servizi sensazionali

la tragedia era prevedibile

come la vita

 

improvvisa e tragica

che sia salita o discesa

si suda troppo

la posizione è scomoda

 

ma si rimedierà

date fiducia all’oratore

presto qui ci saranno nani e ballerine

ad allietare le vostre ore

 

date tempo al tempo

imparate a memoria i discorsi

fate largo ai potenti

ci sarà una parola buona per tutti.

 

Maria Attanasio

 

(per questi versi ho un debito morale con Tinti Baldini,

che mi ha molto ispirata con la sua poesia Fango)

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
4 ottobre 2009 7 04 /10 /ottobre /2009 07:50

È passata oltre

I sassi levigati di fiume

Le insegne al neon della città

Il gonfiore del ventre

Il catetere otturato

È passata oltre

Il mare d’inverno

Il sudore umido sulla pelle

La fame la sete

La voglia d’amore

La pulsione del sesso

È passata oltre

Le chiacchiere di corridoio

Gli amanti fuggiaschi

I camici bianchi dei dottori

Il verde degli infermieri

Le luci fluorescenti dei corridoi

Le mani cariche di venerdì

Lo smog di un mondo da salvare

È passata oltre

Le ombre lunghe sui marciapiedi

La crudeltà  dei calendari

L’ostilità della femmine della sua specie

È passata oltre

Le corse sulle scale e l’odore di minestra

Sui ballattoi

È passata oltre

La poca carne e gli occhi enormi

Oltre le rose ed il futuro nei fondi del caffè

La notte più lunga

Oltre la vita dietro un divisorio sterile

Le corse in bicicletta e il pianto

L’inchiostro sulle mani

La pioggia che riga i vetri delle finestre

Le gocce concentriche che s’incontrano

Oltre  l’addio dell’amato poco amante

Oltre tutte le distanze.

 

Ciao Beatrice ti sia dolce il sonno e lieve la terra,

Maria.

 

 

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
2 ottobre 2009 5 02 /10 /ottobre /2009 10:33

Tu che mi segui fitto fitto

in trama di parole e versi

tu che ti affacci

e basta un sorriso :-)

 

Tu amico di penna

inchiostro e di sventura

mi tieni fermo il margine
chè non esca poi di troppo
il mio dolore

e mi parli
e ti parlo
senza vergogna di mostrare
le nostre nudità evidenti

sulla schermata
si sfiorano i palpiti
si incontrano le parole
si penetrano i pensieri
si incarnano le immagini.

La vita in fondo
è anche geometria di voci
un cerchio diseguale
l'imperfetto movimento
che aggrega le distanze

qui
sul nascere
è poesia d'abbraccio.


Beatrice Zanini

 

 


                      Ciao Dolce,che tu sia finalmente in Pace,
Maria.

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
1 ottobre 2009 4 01 /10 /ottobre /2009 00:04

...

Dove sei tu

ed io non sono

 

tocco e ritocco

le tue cose

non si rianima

che il dolore

 

dove sei tu

ed io non sono

 

la luce entra ed esce

dalle stanze e danza

sui miei fogli

sulla testa morbida

dei figli

 

dove sei tu

ed io non sono

 

chiedi perdono anche per me

intanto mi guardo in giro

e credo e poi non credo

e sono solo

 

solo un grumo di vita

braccia e gambe

che si muovono

sono.

 

M.A.

 

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
29 settembre 2009 2 29 /09 /settembre /2009 09:21

...

Se non tu

chi mi prenderà la mano

al buio,

 

se non tu

chi mi difenderà

chiedendomi perdono,

 

tu che hai sopportato

le mie lacrime

senza imbarazzo

 

tu che mi sei rimasto accanto

quando avevo

tutto contro.

 

Se non tu

chi mi darà voce

quando non avrò più parole

 

se non tu

chi mi girerà le pagine

di questa vita nero su bianco

 

tu che sei fedele

quasi come un animale

ed invece sei signore e padrone

 

perché tutto ignori

dei miei ragionamenti

ti basta che io sorrida a giorni alterni.

 

M.A

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
28 settembre 2009 1 28 /09 /settembre /2009 08:54

...

Corpi

 

 

Siamo corpi in movimento

e forse già in decomposizione

le mani afferrano

le gambe corrono

ed a volte il nemico è più veloce

 

non  chiedere  per favore

ciò che ti spetta di diritto

la libertà a volte

è questione di opinioni

e noi abbiamo ancora molti doveri.

 

Corpi che si muovono

qualcuno dice che se anche se fatti di zucchero

certi uomini non son buoni

ti ridono in bocca

le loro presunte vittorie

si nutrono e pascolano

nella vanagloria

 

e noi che cerchiamo nelle parole un senso

che ci faccia compagnia nelle sere vuote

muti gridiamo la paura

che sia poco il tempo

e triste la sorte

ma restiamo in movimento.

 

 

M. A

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
25 settembre 2009 5 25 /09 /settembre /2009 07:56

...

 

 

Abele

 

 

Ma quanti colpi

ancora nei secoli

poi le luci della ribalta

spettano al carnefice

che deve motivare

il suo insano gesto

e magari chiedere perdono

ai parenti della sua vittima

come se si potesse perdonare

per interposta persona

 

ma su chi ricade realmente

tutto il sangue innocente

 

la storia ricorda Caino

(che nessuno lo tocchi)

 

Ma Abele

in quanto silenzio assoluto

rincorre l’ombra

del suo posto nella Storia?

 

Maria Attanasio

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento
24 settembre 2009 4 24 /09 /settembre /2009 09:02

...

 

 

Prometeo

 

 

 

Prima o poi

mi ridarai tutte le parole

che ho lanciato nel vento,

io avrei rubato il fuoco agli dèi

per tenerti al caldo,

quando il freddo nel cuore

ha un volto ed un  nome

ma non è il mio nome

a farti male

e quello che sai

ti seguirà ovunque

mentre tutto ciò che hai

dovrai lanciarlo nel vuoto,

oppure seminarlo

in campi fertili.

 

Maria Attanasio

 

 

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti