Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
21 febbraio 2011 1 21 /02 /febbraio /2011 07:51

Frammenti 5

 

Ti cercherò

anche nella mia voce

col tempo e la fortuna ti somiglierò

 

 

mi ameranno in molti

come in molti ti amavano

 

il mondo è così grande

il cielo è dentro noi

basta mandar via le nuvole

 

domani mi sveglierò

dopo una notte di sogni

mi avrai detto tutto

ma non quello che volevo sapere

 

ci sono parole

come gocce scavano la roccia

ci faremo capire

anche senza intenzione

 

adesso è tutto più calmo

domani non esiste

al cambio con questo giorno.

 

M.A

Condividi post
Repost0
20 febbraio 2011 7 20 /02 /febbraio /2011 08:39

 

Frammenti 4                 (a mia Madre)

 

-Che giorno è?-

-Madre,fuori la vita si muove

ogni negoziante inizia il suo giorno di lavoro

le sue lamentazioni

oggi come sarà domani-

-che io ci sia o no-mi dici

e questo ti conforta

 

gli occhi a cercare intorno

l’angelo dov’è

ora che ti conto le ossa

e di notte ti tengo la mano

ma non scapperesti mai

per tuo volere

 

e non c’è più fame

non c’è più sete

 

in me non c’è un verso

che tenga il ritmo

osceno del mio dolore

perché ti vorrei qui con me

per sempre

ma anche in pace

 

il dolore non si può spiegare

sento le urla dall’altra stanza

provo vergogna

per non saper gridare

 

batte lontana una campana

nessuno sembra sentire

 

c’è stato un tempo in cui

spolverando cantavi.

 

M.A

Condividi post
Repost0
19 febbraio 2011 6 19 /02 /febbraio /2011 20:56

Frammenti 3

 

Lo so mi commuovo facilmente

pensare che avrei voluto fare

l’autore di canzonette

 

 

io con le dita sporche di terra

ma sono pochi i gerani

fioriti sui miei balconi

 

il pianto di mia madre

ed io in fasce

annego nello stupore

è uno dei miei primi ricordi

 

la sirena annunciava alle tre

la fine del turno di lavoro

ancora un po’di pace

e poi il ritorno di mio padre

 

ad occhi chiusi

(e con addosso chissà quale croce)

le parole che un tempo

sono state pietre

ora sembrano leggere

anche tra noi

 

noi siamo qui dimenticati

dalla gioventù che pure

aveva riso tanto di noi e con noi

condannando il tempo

all’attesa più lunga.

 

M.A.

Condividi post
Repost0
18 febbraio 2011 5 18 /02 /febbraio /2011 08:10

Frammenti 2

 

 

C’è qualcosa che somiglia ad un buco in gola

pezzi di stagnola che abbiamo scambiato per stelle

donne sagge che ci vengono ancora in sonno

dopo averci regalato la vita

 

C’è qualcosa che somiglia ad un buco in gola

pezzi di passato proiettano ombre sul futuro

poi sai all’improvviso che per quanto madre sei

ogni figlio è quasi sempre solo

 

E poi ci son le voglie da nascondere

come nascondi il dolore

ci sono cose che non si possono dire

altre che è meglio non fare

 

La verità non è mai una sola

la mia ambizione in nuce

è un altro fallimento

ho sbagliato a scrivere il mio nome

e le nuvole stanno già passando

 

Ci sono storie che si somigliano

ma non sono mai uguali

per cui se ci raccontiamo il nostro male

almeno una di noi due potrà guarire.

 

M.A

Condividi post
Repost0
17 febbraio 2011 4 17 /02 /febbraio /2011 08:20

Frammenti

 

 

Di tanti alberi  e foglie nel vento

E viali

Senza l’autunno e senz’inverno

La vita cos’è?

 

Di  molta vita

Di qualche sconfitta

Non piango e non rido

E sono niente in ogni cosa

Mi siedo e guardo andare

L’altro fuori di me

Nemmeno mi somiglia

 

 

Se ritrovassi ogni cosa che ho perso

Sbadata per casa

Stralunata  e persa tra le mura

Chissà se ti ritroverei

Riflessa nel mio stupore

Eco del mio dolore

 

Mi dice-ho già salutato gli amici

E bevuto le mie stesse lacrime

Ogni mia sofferenza

Ha avuto fine-

 

-e non ho amato che per occasione

Uomini e bambini

A piene mani,cieca ad altri amori

Ho avuto l’Amore-

 

Trema la terra

Per ogni vita che si spegne

Gli occhi che avevano visto

Non guardano più,vedono altro.

 

 

M.A

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
15 febbraio 2011 2 15 /02 /febbraio /2011 07:56

 

 

Dove sei

i miei occhi non riconoscono i tuoi colori

le mie mani un tempo prensili

ora sono di neve,

dove sei

sopra la mia vita c'è il sole

ma non riscalda non illumina

sembra la predica di un prete

la domenica,

buona per pochi minuti di devozione

e poi di nuovo fuori

nell'abisso dell'orrore,

insieme a gente che si mette in fila con me

regge sulle spalle la fatica

che rinnova la sua,gente che sale

e scende scale e sbaglia stazione

e mette le mani dove vuole

e non si commuove

e non mi commuove

e tu dove sei.

Io ho orecchie che sentono falsi suoni

mi invitano a feste ma non ho più compleanni,

se ti muovi a scatti è difficile che ti prenda,

se mi mandi fiori è possibile che non ne sappia i nomi,

dove sei.

Guardo sempre sulle fermate dei Bus

di auto tue non ne servono al traffico

al brusio delle api

davamo più ascolto

ma era altro tempo,

era altra vita,adesso mi scrivo i discorsi da farti

e sbaglio tutte le parole,

forse per quello che vorrei dirti nemmeno esistono

ma almeno chiederti,dove sei?

 

 

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0
14 febbraio 2011 1 14 /02 /febbraio /2011 07:36

 

 

 

San Valentino

 

 

Agli amori finiti

la cenere e petali secchi.

Agli amori di ieri i ricordi

di vento e pioggia,

il rumore delle monetine in tasca,

i bagni in mare del Primo Gennaio,

tutto senza polvere e senza lacrime.

 

Agli amori di oggi il futuro

poco o tanto che sia.

Il sangue che mi resta,

l'ispirazione se mai esiste.

Agli amici Poeti

tutti gli amori inventati

perché sanno capire che in fondo

son veri!

 

Maria Attanasio

 

Condividi post
Repost0
11 febbraio 2011 5 11 /02 /febbraio /2011 21:14

PSEUDO SONETTI & ROSE

 

  clip_image002-copia-1.jpg

 

E senza parole non so come fare

Ignoto o mistero non so dove andare

La vecchia pelle

su di un muro (ieri ) ho lasciato

Non ve lo giuro ma tutto è cambiato

L’anima tira fuori mille parole

Ma ascoltar puo solo chi vuole

 

“Un corridoio che è senza luce è nel mister che esso conduce “

 

Mille parole tutte di un fiato

Mille parole nel buio ho incendiato

E li seduta solo in disparte

Una parola fa la sua parte

E li seduta solo in disparte

Una parola pesa più di mille altre.

 

. Ecco tocca a te parlar mia cara -

 

e fa che non sia invano

e non sfiorisca la rosa

dalla mia alla tua mano

 

E nel vento legger che m’accarezza

Gentil mi sfiora la tristezza

Con fil di voce rispondo a chi m’ama

Come una donna che con esil voce mi chiama

E nell’interesse mio rispondo all’assillo vostro

Sono la Notte e cosi mi mostro

 

Pierluigi Ciolini

 

 

 

Condividi post
Repost0
10 febbraio 2011 4 10 /02 /febbraio /2011 08:10

 

 

 

 

FOIBE.jpg

Condividi post
Repost0
9 febbraio 2011 3 09 /02 /febbraio /2011 08:15

...

 

 

 

Col fiato sospeso

 

 

Si resta col fiato sospeso

come per mezza frase non detta

pensavi di avere tutto il tempo del mondo

invece adesso hai fretta,

 

fretta di dire,parlare cantare

d'amore e perdono di albe e tramonti

come un poeta minore

rimasto in disparte troppo a lungo

per farsi coraggio adesso

con frasi ad effetto

perché teme che sia già tutto finito

passato e presente

in un unico volo con scarse ambizioni

di atterraggi lievi su terreni ospitali.

 

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti