Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
30 maggio 2010 7 30 /05 /maggio /2010 20:24

FLAX 101


Titolo dell'opera-PANNA AL LIMONE
Autori-Tinti Baldini e Flavio zago
Editore- Tinti/Flavio
Genere-Silloge di poesie
Numero pagine 90
Cod. ISBN- ...Prossimamente
Prezzo-Euro 10

 

Raccolta di poesie legate ad alcuni temi (donna,amore ,ricordo....)che i due autori hanno condotto  ciascuno con passo sincero e con l'inevitabile sguardo eguale e diverso che mescola il dissimile colore degli occhi, loro e del lettore,benchè volti allo stesso azzurro.

TiEffe

 

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
28 maggio 2010 5 28 /05 /maggio /2010 10:00

FLAX_101.jpg

 

Nuovo  raccolta d poesie della coppia Tinti Baldini & Flavio Zago

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
27 maggio 2010 4 27 /05 /maggio /2010 10:43

...

Quando la morte mi avrà preso

i giorni di pioggia e la neve

i libri e quella sua risata

le parole scritte

e quelle per scelta non dette

il sole tiepido di Maggio

le attese

gli uomini le donne

i cavalli ed i cani

i prati fioriti

e tutti i miei paesi nativi

e le mani appena sfiorate

e l'alito caldo di Lei

e quel gusto del caffè con l'anice

e le notti d'amore

e le notti cantate

e il sapore unico del pane appena cotto

ancora caldo

quando la morte mi avrà preso

la poesia e la musica

e le ore oziose piene del mio futuro

anche solo immaginato

e il rumore del mare

sotto il mio balcone

e il sorriso di un uomo buono

quando la morte mi avrà preso la vita

quanto potrà mai valere

il vostro giudizio

sul mio bene sul mio male

su tutto quello che non ho fatto

ma che avrei potuto fare

come potranno importarmi

felice ovunque sarò

le vostre idee su tutto quello che ho perso?     

 

 

 

3/2003

 

M.A

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
26 maggio 2010 3 26 /05 /maggio /2010 08:03

...

Lorenza

 

Ti porterò negli occhi e tu vedrai

foglie danzare nel vento all’improvviso,

cime che s’imbiancano

lepri che corrono più veloci

dello sparo del cacciatore;

vedrai rose sbocciare

in un giorno qualunque di Maggio,

il mio sangue palpitare nella vena

sul lato sinistro del mio collo.

Vedrai le figlie crescere e dimenticare

che il poco che sanno

non basta ancora

per sfidare il mondo;

vedrai l’amore,madre,                                                                                                                                                       

nel bicchiere mezzo pieno

dove metto i fiori

del mio solitario giardino;

nero su bianco vedrai le parole,

le parole queste amiche-nemiche

che non sempre riescono a dare

forma ai pensieri,

ti porterò negli occhi

e mi darai luce.

 

Maria Attanasio

 

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
21 maggio 2010 5 21 /05 /maggio /2010 08:20

...

 

 

 

 

 

 

 

Appassionata

 

 

D’estate fuori al balcone

seduta ai piedi di mia madre

un caldo oleoso mi attraversava

come il rumore delle Vespe giù in strada

e la televisione invadente dei vicini,

il sonno arrivava piano piano

insinuandosi tra le pieghe della giornata

ma io non cedevo,non potevo perdere

nemmeno un istante

di quel giorno che era stato mio,

del lento parlare di mia madre,

nemmeno il silenzio che allora non sapevo pesante

delle cose non dette,volevo perdere.

Allora non lo sapevo

che il tempo scorre lento solo a giorni

che sono veloci gli anni

soprattutto quelli che non ti senti addosso

o fingi di aver smesso

come vestiti ormai vecchi.

Io pensavo alla mia vita

come un cerchio già chiuso

con me seduta ai piedi di mia madre

in quell’istante  che era il mio “sempre”

tutta la mia gioia tutto il mio dolore

di un futuro che non sapevo immaginare

appassionata com’ero delle parole

che mi crescevano dentro ma poi non sapevo dire.

 

 

 Maria Attanasio

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
19 maggio 2010 3 19 /05 /maggio /2010 10:47

...

 

 

Occhi

 

 

Occhi come finestre

storie che passano

su gambe veloci nella notte.

 

Occhi pozzi neri

occhi fissi di cielo

occhi spaventati

occhi sorpresi

profondi,occhi arrabbiati

occhi di brace.

 

Occhi di guerra

lacrime a disperare

occhi di pace

e nell'anima altra luce.

 

Occhi come i tuoi

che mi fanno ancora male

occhi di mia madre

in giro a cercare risposte

al suo dolore.

 

Occhi fissi sul mondo

ed ancora non sanno

occhi che capiscono al volo

occhi prossimi al presente

consumati,occhi di pianto

occhi chiusi nel sonno.

 

Occhi ancora vi sto guardando

cercando ,fissi nei miei

chi abbasserà per primo lo sguardo.

 

Maria Attanasio

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
17 maggio 2010 1 17 /05 /maggio /2010 11:29

Balzi di coraggio
Incomprensibilmente ci sorprende
e sul pensiero s'abbarbica lesta
la perentoria eccentrica fretta
di tralasciare la pigra natura

persecutrice severa di slanci
di quelle voglie sopite, di foghe
che nella titubanza del respiro
perdono l'impeto là, dove cade

l'irresoluto andare dell'uomo.

 

 

 

Daniela Procida

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
14 maggio 2010 5 14 /05 /maggio /2010 09:52

Riposa adesso dopo la lunga corsa

il fiato corto è un ricordo

 

gli addii son tristi

e tu sorridi ancora come da foto

 

per questo arrivederci

in altri cieli e ruscelli di parole

 

le tue rimbalzano

ancora nel cuore.

 

maria.

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
11 maggio 2010 2 11 /05 /maggio /2010 07:58

Stamattina se ne è andato Claudio Pompi.

Uomo di grande virtù umana e poetica,amico di parole e versi.

Mi mancherai.

Ciao Claudio,ti giunga la mia preghiera ed il mio dolore,ovunque sei,finalmente in pace.

maria attanasio

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
9 maggio 2010 7 09 /05 /maggio /2010 06:37

 

 

 

Se da te sono nata è perché da qualche parte

esiste un Dio che ha voluto regalarmi la dolcezza

ed il conforto delle tue mani forti

delle tue parole, anche le ultime.

 

Se da te sono nata nel dolore, nella passione

della spinta che non ha avuto aiuto umano,

solo io e te in quel letto,

raccontavi sempre delle tue urla

e delle infermiere distratte,ci sarà un senso

a questo dono di vita che ho raccolto

sfidando il destino e dando altra vita,

Madre mia.

 

 

Maria

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti