Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
5 luglio 2018 4 05 /07 /luglio /2018 14:10

...

Il cielo è uguale ovunque

come il mare,

il sangue rosso ha per tutti

lo stesso giro,

e le ossa bianche sotto la pelle,

gli occhi hanno colori di terra

di mare e sabbia,

per tutti la stessa rabbia a volte,

uguale la composizione delle cellule,

siamo noi imperfetti umani

che notiamo differenze

ignorate dalle stelle.

Condividi post

Repost0
4 luglio 2018 3 04 /07 /luglio /2018 16:17

Per esempio riparare il cuore

riempendolo di parole buone,

antiche o seminuove

parole di un altrove,

oppure d’oltre

e ribadire che quasi mai

c’è spreco d’amore

fino a crederci e ricominciare.

 

 

 

Condividi post

Repost0
4 luglio 2018 3 04 /07 /luglio /2018 16:16

“Ricorda, al mondo c’è solo omicidio. Non esiste suicidio”

E. A. Evtušenko, .

 

Ti disse di sentirsi morire

tra una risata e l’altra,

ti disse che da tempo cercava un modo

per morire,

morire senza spaventare nessuno,

senza sporcare casa né disturbare,

possibilmente da pulito,

lasciando disposizioni chiare,

spendendo il meno possibile,

sprecando energie residue,

pensando a tutti e ricordandoli uno per volta,

tutti quelli già passanti, coloro che stavano passando.

Ti disse che voleva morire

tra una risata e l’altra       

perché è così che si dice.

 

 

 

Leggi i commenti

Condividi post

Repost0
4 luglio 2018 3 04 /07 /luglio /2018 16:15

È stato prima che tutto si compisse

quando il nulla ci avvolgeva

e nessuno di noi sapeva davvero

l’altro chi fosse,

è stato prima che tutto si dovesse spiegare

e nessuna cosa aveva un senso

che non fosse la sua forma,

prima che il verbo volesse fiato

e la parola aggettivi,

prima che il sangue scorresse nei corpi,

prima che la carne cominciasse a invecchiare,

prima di conoscere il nome del vento

e da dove arrivasse,

prima di sapere il peso del cielo

in fondo agli occhi,

è stato già allora l’inizio

o la fine, non so.

 

 

Leggi i commenti

Condividi post

Repost0
4 luglio 2018 3 04 /07 /luglio /2018 16:13

...

Il tuo dolore

che protegge il mio dolore.

 

Le mie parole

nella tua voce.

 

Il mare che ci unisce.

 

La strada insidiosa

e andare comunque.

Per E.

 

 

 

 

 

 

Condividi post

Repost0
29 giugno 2018 5 29 /06 /giugno /2018 16:33

Ti porto un organo in meno

l’unico che mi è servito veramente,

il cuore è sempre stato stupido,

i polmoni all’aria aperta s’intristiscono,

la pelle si è confusa spesso.

Il fegato ha sopportato fin troppo

le reni hanno filtrato giorni liquidi,

la milza ha fatto il suo dovere sempre.

Gli occhi hanno visto più del dovuto,

l’udito mi è servito a sognare,

il gusto mi ha comandato spesso,

ho toccato quello che mi piaceva,

l’olfatto è pregno di ricordi,

degli altri non so, forse si son rimescolati

o ribellati

e li ho sentiti poco.

 

Condividi post

Repost0
28 giugno 2018 4 28 /06 /giugno /2018 16:21

Che so, smettere un vizio per prenderne un altro,

imbucarsi al funerale di uno sconosciuto e sfogare un pianto,

spendere denaro mai avuto ,

toccare la gente senza sfiorarla ,

lasciare che la polvere ricopra ogni cosa,

bucare il silenzio della notte con un grido animale,

ripetere gli stessi errori giusto per imparare,

rispondere alle offese con una risata,

bere caffè corretto di prima mattina,

consigliare agli sposi novelli di conservare i soldi per l’avvocato,

fare un nodo scorsoio a tutto il passato

e dire con voce ferma: dentro sono ottimista, è fuori che è pessimo.

 

Condividi post

Repost0
26 giugno 2018 2 26 /06 /giugno /2018 15:21

11

Sai cosa succede quando non si aspetta più niente da nessuno? Succede che ogni più piccola cosa sembra un miracolo.

Se poi questa piccola cosa sei tu stesso a dartela, a scoprirla con nuovo stupore è un miracolo.

Se questo miracolo poi puoi ripeterlo ogni volta, più volte al giorno, allora possiedi tutto, tutto quello che per un motivo o un altro non ti è stato più dato, è solo tuo.

E se riesci a donarlo è ancora più tuo.                                                                                            

Condividi post

Repost0
22 giugno 2018 5 22 /06 /giugno /2018 15:59

L’arte della gioia

 

L’idea c’è,

piena di speranza invade il cuore

come il sole in una stanza.

È forte, ha gli occhi di una donna,

l’idea si realizza in questo istante,

qui adesso che non è ieri,

non è domani , è qui,

dove siamo, pronte a tutto.

 

 

Il titolo è ispirato al romanzo omonimo di Goliarda Sapienza

Condividi post

Repost0
22 giugno 2018 5 22 /06 /giugno /2018 15:58

...

Attraverso le vene

 con slancio forte il sangue

irrompe ovunque

nel corpo a volte

ignoto a se stesso.

                                         

 

 

Condividi post

Repost0

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti