Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
15 ottobre 2011 6 15 /10 /ottobre /2011 07:56

Poeta Moderno

 

Il poeta sa che non può pascersi all'infinito nella sua solitudine

sa che è in atto una guerra di civiltà: Oriente ed Occidente

secoli fa si son combattuti con il ferro delle spade

prima o poi si userà qualche nuovissima arma

di distruzione di massa, questo il poeta nel suo giardino

di rose e spine di cardi e cipolline lo sa.

 

Il poeta sente entrare dalla sua finestra l'odore dolce del glicine

e ne immagina il colore senza affacciarsi

perché è distratto dai conti del droghiere,

sa che questo è il mese in cui si salda il conto

del riscaldamento invernale, che ci saranno abiti primaverili

da comprare, mettere via abiti pesanti e gli ombrelli(forse per questi meglio aspettare ancora),

il poeta sfoglia giornali e si lascia andare alle notizie

più crude per avere un sogno giusto da salvare,

sa che c'è una parte dell'umanità non ancora impazzita

il vero problema è trovarla.

 

Il poeta sa che ha vissuto già ¾ della sua vita nel bene e nel male

ricorda belle gite ed anche giornate da dimenticare

e tutte le poesie della scuola sa della polvere e

il buon odore che danno i libri,

il poeta sa che la realtà si scompone e ricompone

che sia presente o no al suo tempo,

sa che non potrà soffiare via la sua stessa cenere

che dovrà ripulire casa dagli odori dell'inverno

quando finalmente la primavera arriverà.

 

Il poeta sa la bontà del pane e del vino

sa che gli uomini di Chiesa non sono Dio,

impara a pregare e si fa un giro di valzer immaginario

con quell'amore che si è lasciato cantare

ma mai toccare in lenzuola morbide di bucato

odorose d'estate, ma è andata così ed il poeta ride

guardandosi quel buco che ha nel cuore

e non può fare a meno di pensare a chi è morto

prima del grigio tra i capelli ,ai tanti che han chiuso gli occhi

senza capire, sa dei carnefici, che la legge è uguale per gli altri

sa che giustizia e libertà sono parole, che molto spesso

il sangue degli eroi è stato versato invano ché eroi non si nasce,

chi di spada ferisce ,poi può fare quel che gli pare,

sa delle strade per l'inferno lastricate di buone intenzioni

il poeta sa che potrebbe mentire per un'ora di amore puro,

che ha paura ed occhi di nebbia quasi ogni notte.

 

Il poeta sa bene, non credete, che tutto è già stato scritto

ma l'anima no e continua a bussare sulle dita

stellate e senza stelle a volte, sa che dovrà morire,

dopo chissà quante parole e ne vuole essere ricoperto,

per un po' vuole ridere e sentirsi bambino.                                           

 

Maria Attanasio  da  IL PANE DI LORENZA

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
14 ottobre 2011 5 14 /10 /ottobre /2011 07:49

 

 Ha radici profonde

l’albero dell’invidia,

di quelle che spaccano la terra

sollevando enormi zolle.

 

Pensandoci  bene,

potreste seppellirvi

senza ulteriori spese

alla mia tolleranza

che pure

per mia dignità personale

deve avere un limite.

 

Se come poeta  sospettassi

la perfezione dei miei versi,

somiglierei troppo a tutti voi Maestri

sulle cattedre sbilanciate

dall’età e dai pregiudizi,

e sono già quarant’ani che vi fuggo

adesso ho il fiato corto.

 

Maria Attanasio

 

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
12 ottobre 2011 3 12 /10 /ottobre /2011 07:47

Qualcuno,sta già strappando la sua tessera di Forza Italia.

Si ripete la storia di quando molti passarono dalla sera alla mattina dalla camicia nera ad un'altra splendida di bucato,bianca.

Si spera che,una volta presa coscienza ,rinuncino anche ai privilegi che hanno avuto grazie a quella tessera,uno scatto di orgoglio è quello che serve ora al nostro Paese.

Quelli che hanno aderito e votato Forza Italia,rappressentano la classe media del nostro Paese,a parte i poveri pensionati che hanno creduto nell'aumento delle loro povere pensioni,e questa classe media,che un tempo era la borghesia,tipo medici avvocati,liberi professionisti,quelli che sono allergici al rilascio di ricevuta fiscale in poche parole,adesso dovrebbero avere il piacere di concedersi un ulteriore lusso:quello dell'onestà.

So bene che la maggior parte dei voti sono arrivati dal Sud,ma è noto che a noi piace avere dei dominatori,non per masochismo o piaggeria o peggio pigrizia mentale.è che noi abbiamo sempre fatto da soli e poco importa chi reggeva le fila a Roma.

Ci siamo illusi che risolvesero il problema dei rifiuti ,ma loro si sono limitati a ripulire il salotto buono,gettando la polvere sotto il tappeto delle periferie che non a caso vivono adesso il dramma delle discariche più o meno abusive.

Resta la speranza in uno scatto di nuova dignità,basterebbe che ognuno facesse il proprio dovere.

Nessun giudizio morale o politico il mio,solo una riflessione.

Sarà quel che sarà,sperando che sia qualcosa di buono.

 

sottovento

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
11 ottobre 2011 2 11 /10 /ottobre /2011 07:58

...

 

 

 

L'Angelo

 

L'Angelo dov'è

adesso che ti si vedono le ossa

e la pelle è diafana

la voce manca.

 

L'Angelo dov'è

a chi sorride buono

e solitario,

a chi annuncia un futuro roseo

di vento e fuoco

ora che i giorni gocciolano

lenti nella flebo

e gli occhi tuoi

più non mi vedono.

 

L'Angelo dov'è

sta forse accarezzandoti i capelli,

ti sfiora le mani grandi,

comprende lui

ogni tuo sospiro,

ti tiene sottobraccio

nel prossimo cammino.

 

 

angelo in attesa

 

 

 

Maria Attanasio        da IL PANE DI LORENZA

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
9 ottobre 2011 7 09 /10 /ottobre /2011 00:16

elena--e-tommy.jpg

 

Auguri di buon compleanno ad Elena,che il mio "bene d'amore"possa raggiungerti e scaldarti il cuore ,ora che la serenità

si è distesa sulla tua vita come una leggera coperta color cielo portata dall'Angelo che ci guarda sorridendo,sempre.

 

Auguri ad Edoardo Tassone che oggi compie 16 anni,regalo bellissimo sei stato per Elena e Vito,dono d'amore ed impegno verso la vita,come Silvia ed oggi come Tommaso.

Ti auguro di essere forte come una roccia e che il tuo futuro sia luminoso e sereno,ricorda sempre che il tuo capolavoro sei te stesso,nessuno al mondo può nè deve cambiarti,bello come sei,piccolo uomo che sai bene come la vita dia tanto,ma che tutto ha un prezzo a volte caro.

Vivi nell'esempio dell'amore dei tuoi genitori,che ti circonda e ti protegge anche quando ti sembra un peso.

Vivi la vita,come vuoi ,come imparerai nel tempo.

 

Maria

con Sergio Alessandra e Francesca,sempre e per sempre amici.

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
7 ottobre 2011 5 07 /10 /ottobre /2011 08:08

...

Gente in movimento

 

 

Non si cambia mai

eppure si va

piano piano

dolcemente

fino in fondo

il cuore che sa

non mente

e si abbandona

alla luce tenue

della sera.

 

Non si cambia mai

si nasce dal dolore

di un altro

che poi ci tiene la mano

e noi potendo vorremmo andare

ma si resta ed è amore

così

piano piano

dolcemente

fino in fondo

il cuore che sa

non mente

e saliamo scale

e scendiamo in baratri

mai immaginati

prima

 

lentamente si va

anche solo per amore.

 

maria attanasio

Tratta da IL PANE DI LORENZA

 

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
6 ottobre 2011 4 06 /10 /ottobre /2011 07:45

 

 

Cazzeggio

 

 

Tradirò mia moglie

fa troppe domande

ha troppe voglie

è di un candore disarmante.

Caccerò via mio padre

è troppo vecchio per capire

farò finalmente qualcosa di utile

anticipando il saldo del suo funerale.

Mi butterò ai piedi di un amore qualunque

che abbia pesi e misure

per  giudicare bene tutto il mio male.

Sarò senza clemenza per chi mi chiederà

giustizia, che sia vana ogni speranza

per tutti coloro che credono

che ci rende migliori inventarsi il perdono.

Metterò in fila tutti i miei vizi

per raggiungere virtù sconosciute agli altri

poi un giorno sarò Presidente

di qualcosa contro qualcuno

e renderò il mio conflitto infinito

farò del cazzeggio una legge dello Stato.

 

 

 maria attanasio x sottovento

tratta da IL PANE DI LORENZA

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
4 ottobre 2011 2 04 /10 /ottobre /2011 10:19

 

Mi ammalo di niente,

ho questo buco dentro

lasciato da gente

scippata via dalla mia vita.

Mi ammalo d’amore dato e preso

e perso e mai ricercato poi dove

una volta che son stati chiusi i confini

tra quel che sono veramente

e quel che, sembro poco e niente.

Eppure ho versato il vino i pace

e mangiato il pane anche quando era duro

con l’ingenua speranza d’essere perdonato.

Mi ammalo di tutto

anche del debito del mio creditore,

per i baci rubati rifiutati a priori,

ho lasciato uomini e donne in vuoti d’aria

ma ancora adesso, sorrido spesso ai bambini.

Mi ammalo di tutto ,di gelosia  per esempio,

l’invidia no è così poco elegante,

ma se qualcuno mi vuole io lo voglio

e non smetto per lontananza

o impegni facili da inventare,

chissà se spaventa di più la generosità

o la presunta invadenza.

Mi ammalo di tutto

perché sono arrivata col cuore in mano ,

e pure voi avete mostrato il muscolo più

picchiato, ma adesso pretendere

che il mio continui pure a battere

mi sembra troppo.

cuore-copia-1

Foto dal Web

 

sottovento di Maria Attanasio (napoli)

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
2 ottobre 2011 7 02 /10 /ottobre /2011 20:14

Un pensiero per Beatrice,grande poeta e donna di immenso coraggio,ovunque sei ,nel cuore resti Marbe.

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
2 ottobre 2011 7 02 /10 /ottobre /2011 12:35


Carissima Maria,
l' ho letto... anzi più che letto l'ho divorato come un buon
pane
fresco genuino, impastato con mani colme d'amore, le tue, che tua
madre
ti ha dato, come scrivi tu," io sono il suo pane".. ti ha
plasmato
Posso dire che il tuo libro mi commuove parecchio... anche perchè in
ciò che ho letto ho visto amore espresso in tutti i modi, alla madre in
modo devoto e dignitoso. Ritrovo una bellissima immagine di lei, e di
te, nella poesia "Io sono, tu sei, egli è..."
Poi tantissime mi hanno
colpita fino alle lacrime... "Quattro + uno" "Siamo
come dita di una
sola mano -dicevi- poi la mano ha perso il pollice/ adesso a cosa
serve?" Stupenda
Quella che mi piace molto è; "Per sempre" sono "
parole in movimento" un po' speranzose "la pace nel mondo
(come sono
banale, ma ancora ci credo)"
"Passerà" bella! "E' come mettersi dove
non vuoi..."
"Il dio nudo" Il mio dio canta nei fiumi e si gode il
mattino..." e io aggiungo: anche il mio!! è bellissima
"I dubbi della
notte"
"Gente in movimento" "si nasce dal dolore di un altro
che poi ci
tiene la mano..." ed è amore...
"Che il sangue del giusto ricada
sull'empio" questa poesia mi ha provocato lacrime; "per
quale antica
maledizione ci tocca/ che siate voi maschi a poter scagliare sempre/ la
prima pietra?" Che bello se Dio fosse Madre/ e voi tutti inutili e
blasfemi" Meravigliosa la sento mia. grazie per averla scritta.
"Avevi
ragione Tu" un'altra poesia che sprofonda in me, dove mi
ritrovo al
femminile... specialmente nella terza strofa.
Insomma alla fine potrei
elencarle tutte, anche quelle dedicate agli amici poeti scomparsi
Daniela, Marcello Claudio Beatrice... anch'io mai dimenticherò la
loro
dignità, il coraggio che hanno dimostrato senza far trapelare nulla
della malattia se non nelle tristi ma belle poesie, spero che siano in
pace, che ci guardino e ci proteggano in qualche modo,
Maria sei
fantastica e bravissima, anche se questo lo sapevo già ma il libro
svela ancor di più il tuo amore per gli altri, la bravura, la
disponibilità e la sofferenza che tieni stretta nel cuore, io non sono
al corrente dello stato della tua salute... spero e mi auguro che le
cose migliorino e che ritrovi la luce della speranza davanti al tuo
cammino.
Tantissimi abbracci e ogni bene per la tua vita, ciao
MARIA!! GRAZIE!
 

Aurelia Tieghi




Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti