Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
3 gennaio 2014 5 03 /01 /gennaio /2014 12:49

...

Ci sono quelli che mettono due parole in rima
E si credono grandi poeti
Però hanno il cuore che è un motore
Ed al posto del sangue ,benzina
Ma sono tanto cari mai una bestemmia
Mai mostrano l’invidia
Nascondono bene il dolore che non provano
E si sentono dio
Quando davvero scrivono bene
Anche se è solo un caso
Scrivono anche aforismi
Sentendosi come Oscar Wilde
Imbecilli dell’ultima ora
Che se solo avessero capito
La sacralità della parola
Invece di scrivere banalità
Meglio una scopata
Al limite una risata a bocca larga
Anche sulle mie deficienze
Se non vi vedo non esistete
Io sono chiusa in una stanza
A non ridere.

Maria Attanasio con la cortese partecipazione di C.Altieri

Condividi post
Repost0
29 dicembre 2013 7 29 /12 /dicembre /2013 09:23

Tu dici :unica e irripetibile
Sì , ma io ho un buco dentro
Che ci passa il vento
E tutte le risposte
Che dolcemente neghi alle mie domande.
Noi sì che avremmo potuto cambiare il mondo
Se non fosse stato così brutto
Mentre ci veniva incontro
Pieno di poeti stretti alle loro parole
Convinti di non dover più morire.
Invece no, io voglio essere niente
E nel niente tutto
Con te che mi soffi ancora dentro
Mandi via le parole ed accetti il lutto
Perché io non ti sopravvivrei
Nemmeno un minuto
Anche se insieme non abbiamo vissuto
Nemmeno un giorno.
E se questo è amore io vorrei
Che fosse solo tuo il peso o petalo sul cuore
Chi potrebbe ma sapere del dolore
Di vederti passare di schiena
E riconoscere i tuoi passi
Come se mi avessi camminato addosso
In tempi non sospetti.
Tu vali più di tutti perché sei
Rimpianto e rimorso
Sei ciò che non ho saputo prendere
Per poco coraggio.
Per non vederti mai
Ritornare indietro
Una volta finito l’incanto.
Sì ,io son io ma tu sei tutto
Ed io nemmeno posso sfiorarti e
Mai smettere di amarti

maria attanasio

Condividi post
Repost0
16 dicembre 2013 1 16 /12 /dicembre /2013 11:28



Figlio quale consiglio ti salverà
Dal sbagliare come devi
Per capire che dove vai
La strada ha un incrocio
Ed a scegliere sarai tu
Col mio nome
Ma senza la mia voce
Che sono anni
Che ascolti a tratti
E poi mi ridi contro
E dentro gli occhi.
Figlio quale dolore ti posso mostrare
Ma se sbagliando si impara
Tu hai ancora tutto da imparare
E libri da leggere
Canzoni da cantare
Pagine di giorni da girare
Amori da sperimentare
E poi conservare
E mai buttare e mai fermarti
Al primo tradimento
Fino a fermarti un giorno
E scoprire che è bello andare avanti.

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0
10 dicembre 2013 2 10 /12 /dicembre /2013 10:27



Cosa vuoi che dica
non mi sentiresti,
se potessi a gesti spiegarmi
nemmeno mi vedresti,
eppure ti mostrerei l’amore
anche solo con gli occhi
se potessi,
ti direi cose che non ho detto mai
perché fossero nuove
di linfa e vita.
Spero ti accontenterai
di questi baci da lontano.


Maria Attanasio

Condividi post
Repost0
28 novembre 2013 4 28 /11 /novembre /2013 11:32

Non riesco a ricordare la tu voce

Eppure nella testa vive ogni tua parola

Girano tra le mie labbra

E mi fanno bene

Se fossimo ancora in due

A dare fuoco al camino

A camminare vicino

Nel vento di dicembre

A caccia di regali

Per tutta quella gente

Che forse non ti meritava

O forse ti ricorda ancora.

Uno +uno

Tu grande io piccola dietro di te

A difendermi dal mondo

A tenermi viva nel sogno

Che mai nulla sarebbe cambiato

Che era anche tuo tutto il mio futuro.

Per il tempo che resta

Non so se mi basta

A non dimenticare

Mi porterò dietro

L’ultimo stupore nei tuoi occhi

Sperando di essere pronta

Fino alla fine

Senza paura con tutta la fede che serve

A morire pieni di vita.

Maria

Condividi post
Repost0
16 novembre 2013 6 16 /11 /novembre /2013 11:46

C’è Luce

Ancora non la vedo

Ma il buio

Non è più così fitto.

C’è luce gli occhi

Riconoscono

La linea della vita

Sulla mano.

C’è luce

Il pianto non è poi così salato

Il vento non mi brucia così

Tanto gli occhi

Anzi mi schiarisce le idee

Perché c’è luce.

Maria novembre 2013

Condividi post
Repost0
11 novembre 2013 1 11 /11 /novembre /2013 12:21

Se potessi nella tua testa viaggiare

Mari in burrasca attraverserei senza paura

Per approdare in quello che davvero vuoi

E magari farmi felice.

Se potessi lavorare con le tue mani

Ponti che uniscono anime costruirei

Perché così lontani dall’infinito

Non si vive bene e tu lo sai.

Se potessi usare le tue parole

Non mentirei sul passato

Per credere al futuro

E nascondere le bugie del presente

Che non è come vuoi né come voglio.

Se potessi camminare sulle tue gambe

Ti convincerei a tenere il mio passo

E andare via da qui

Dove ogni giorno è all’anima un morso

Ed un bacio al nemico

A chi ci vuole così

Infelici per sempre.

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0
4 novembre 2013 1 04 /11 /novembre /2013 11:47

Pensami come non sono

Ed io sarò come mi vuoi

Pastello azzurro colorerò il tuo cielo

Grigio d’autunno che ti sfoglia il cuore

Ed io farò in modo che ogni foglia

Sia un ritorno e mai un addio .

Pensami come non sono

Ed io sarò quello che vuoi

Castagne calde

Tra le tue mani

A fingere che non sia inverno.

Sarò il Natale

Di quando eri bambino

E già l’attesa era un dono.

Pensami come non sono

E forse io porterò senza fatica

La mia croce,

E nasconderò ogni chiodo del mondo

Perché nessun Cristo si faccia più male.

Pensami come non sono

Ed io sarò quasi come mi vuoi,

Avrò parole di perdono

Poesie di rose e spine

Ma poi imparerò a dividere

Il bene dal male.

Pensami un solo minuto

Nella tua vita

Ed io sarò viva.

maria attanasio

Condividi post
Repost0
2 novembre 2013 6 02 /11 /novembre /2013 10:58

Imparerò ad essere più forte

Ma non sarò mai una roccia

Come lo eri tu

Pronta al bene e al male

Nel pianto di sale

Ed una risata di fumo

Non avrò mai le tue mani

Che han lavorato tutta la vita

Ed anche la morte

Le mie son bersagli mobili

Che si feriscono ad ogni nuova alba

Ho costruito poco

Adesso devo custodire

Quello che ho edificato

Per te nel mio cuore

Dal primo pianto strillato

A quello di ieri

Madre.

Maria

Condividi post
Repost0
1 novembre 2013 5 01 /11 /novembre /2013 00:24

Ti lascio lettere d'amore

che non leggerai

e lacrime di sangue

in circolo in altri occhi

e pane e vino

per fingere di essere

ancora

in comunione.

Ti lascio il vento tra i capelli

l'Autunno negli occhi

e le foglie ingiallite

di tutti i miei alberi

senza radici.

Ti lascio baci carezze

notti e giorni di sole

e noi

accaldati su uno scoglio

come se fossimo amanti.

Ti lascio il mio dolore

che siano i tuoi denti

a tenerlo stretto

il mio letto

ma non un nuovo indirizzo.

Ti lascio il vuoto del mio ventre

e le risate dei figli mai nati

la possibilità di non vergognarti

quando ti guarderai indietro.

Ti lascio.

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti