Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
14 marzo 2012 3 14 /03 /marzo /2012 07:53

 


Mi è presa voglia
di un’ altra stazione
scendo a piedi nudi
e non scavalco
mi metto sopra
le anime dei morti
e
le ascolto tutte.


 

Alcune hanno voce
di calcina e terra
altre di sparo
altre ancora bambine
chi non risponde
chi m’afferra le gambe
per tornare
chi ringrazia la morte
chi mi carezza
chi m’insulta
d’invadere
confini
altri cantano ….


Mi è presa la voglia
di
un’altra stazione
di cercare la vita
in faccia a risate nuove
voglio
cercare risposte
in mezzo alla gente
dove andate
che fate
se pensate
quante volte al giorno
e se vi viene sonno
riposate o andate oltre?
Credete davvero
a tutto quello che dicono
pensate davvero che la vita
sia tutta nel proprio destino
siete davvero convinti
che non ci sia
più
la mezza stagione
che basta davvero non voltarsi mai indietro
e vi
siete mai chiesti il vero prezzo del sangue
perchè i generali non
muoiono mai
quante anime si sono salvate
con quante e quali preghiere
avete paura di vivere
o di morire?


Mi hai messo la voglia
di riprendere il treno
e di pensare alla vita
chè i morti
dentro sono
e ce ne chiedono altra
e altra ancora
e più risa e schiamazzi
d’ infanti
e più domande
e sole per scaldare
sulla cresta dell’onda
e per farlo
m’occorrono
un’ocarina e
un sasso di fiume
per cantare e
sentire dove e se
arriva la voce

 


e la voce arriva
da chi vuol ascoltare
passa sui ponti
passa
nei polsi
passa nel vento
come il suono delle campane
ed è amore che
sa di sale
dopo il mare
è amore che sa di vento
passata l’estate
è il
passo incerto del bambino
quando impara l’orma del suo andare
è
l’incedere lento del vecchio
che ha imparato la vanità della fretta
è
mare è sole
è fidarsi è un po’ lasciarsi andare
al vuoto che dentro ci
fa girar
e


E quella voglia
d’inesausta tensione
slancio di pellegrino
in viaggio affannoso
è caparbia e ostinata
costeggiando i baratri
e uno se la avvoltola
intorno al collo
come boa di struzzo
color fragola
e lo strizza d’umore
perchè altri ne bevano
il sapore.


Tinti Baldini & Maria Attanasio

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
11 marzo 2012 7 11 /03 /marzo /2012 18:23

Premesso che io non amo la censura,gradirei molto che chi mi commenta si firmasse,anche perchè ad uno che si firma L'imperfetto,io cosa potrei rispondere?

Ti rispondi da solo ,credo che tu sia un ibrido,nè maschio nè femmina,altrimenti non saresti imperfetto.

Mi piace senza dubbio la coscenza del tuo essere Imperfetto che hai.

Mi dispiace però che non puoi esultare per una  mia dipartita,non avendomi mai avuto come puoi perdermi?

Oppure esulta se ti fa stare meglio,se ti fa sentire meno imperfetto,tutti abbiamo una funzione nell'ecosistema,se perfino gli insetti più fastidiosi hanno motivo giusto e buono per vivere,sicuramente c'è un motivo valido che giustifica la tua esistenza.

Grazie comunque per il tempo  che hai perso a leggere un post che non ti riguarda in nessun modo,e ti scuso per aver offeso anche le persone che io nomino anche perchè loro non si nascondono,loro esistono ,hanno un nome ed un cognome,un posto nel mio cuore,Tu no!!

Non sentirti in colpa,non  iniziare nessuna polemica,nessuno è obbligato ad amare il suo prossimo.

Io per prima.

PS.Lo so chi sei,ma a differenza di te,io non porto rancore, sono ormai oltre ogni meschinità,che tu ci creda o no.

 

MARIA ATTANASIO

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
10 marzo 2012 6 10 /03 /marzo /2012 08:00

Ho costruito per te

una cattedrale nel mio cuore,

una cattedrale senza ceri

ma con i tuoi occhi

ad illuminarmi il cammino,

senza Santi ma con il tuo cuore

a farmi del bene,

senza voti

ma con le tue mani

per costruire le ore di tutti i miei giorni.

 

Ho costruito per te

una cattedrale nel mio cuore,

senza cori

ma con la tua voce

a ricordarmi ancora quanto amore

si può dare ed avere

dagli occhi dalle mani,

dalla voce dal sudore dal sangue

dal petto e dal ventre,

Madre.

 

 

da Bestemmie e Preghiere  2008

 

 

Maria Attanasio

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
8 marzo 2012 4 08 /03 /marzo /2012 07:46

mani-col-cuore

Non mi è mai particolarmente piaciuto festeggiare l’8 marzo, il mio essere donna, ed ho sempre pensato che concederci un giorno equivalga a ignorarci per gli altri 364, e la cronaca purtroppo mi dà ragione.

Sempre più spesso le donne sono uccise da uomini(?),che non sopportano di essere lasciati, di non essere più in vista di quella che consideravano non una persona reale ma una specie di possedimento.

A questi uomini va tutto la mia rabbia, la mia più totale incomprensione ,il mio non perdono come persona prima e poi come donna ,madre di due femmine alle quali auguro di trovare un uomo che sappia valutarle per quello che sono, difetti compresi.

Vorrei ricordare però in questo giorno Donne che ho incontrato in vari modi per destino, caso ,a  volte è stata solo fortuna.

Voglio ricordare mia madre alla quale devo tutto quel che sono nel bene ,il male me lo sono fatta da sola, lei mi ha sempre indicato la via del bene come l’unica praticabile e sicura perché mi ha sempre detto che è l’amore dato quello che ritorna moltiplicato, io adesso  che le nostre età si assomigliano quasi, so  che ha sempre avuto ragione.

Voglio ringraziare e ricordare Daniela Procida per l’amicizia, la poesia ,le confidenze che ci siamo scambiate,

Ovunque  sia ,ora che il suo tempo terreno è finito il suo cuore batte ancora nel mio, ogni suo verso è parte bella e buona della mia anima.

Ringrazio Tinti Baldini, donna eccezionale  ,poeta  e Musa ispiratrice di tutto quello che scrivo, ovviamente i risultati sono solo mie colpe.

Beatrice Zanini, la tua vita, il tuo coraggio nella malattia, è parte di me.

Elena Apicella madre e donna esemplare ,vorrebbe che Dio nella sua infinita bontà ne avesse mandate sulla Terra a milioni come lei per quelle come me.

Silvia Tassone che con il suo coraggio ,il suo amore per la vita ,la sua accettazione del dolore ,il suo sacrificio è di sprone al mio poco entusiasmo a volte per la Vita.

Lei mi ha insegnato che non è il tempo che si vive quello che ha importanza , ma il come.

Lei è ancora presente se non con il corpo, con lo spirito nella vita di tanti che hanno avuto il privilegio di un suo sorriso, so che saresti stata una donna fantastica.

Tutte le amiche conosciute su FB, Marialuisa, Aurelia, Giovanna, Ambretta Lala, Glò d’Alessandro,    Bruna, Gloria Gaetano, Roberta Bagnoli altra grande poetessa e donna di una bontà che dimostra l’esistenza di angeli umani, Luciana, Lilly, Rita, Manuela Gallo bella e buona ,le sorelle Selenia e Paola Paglialunga e Lucia che è ancora tra noi.

Maristella Angeli e Grazia Cappelli, poetesse sublimi.

Gabriella Procida ,nuova amica.

Silvia Giglio,amica dei miei  vent’anni e di oggi  e sono già più di trent’anni che ci sopportiamo e supportiamo  anche se lei credendo che a Napoli fossero finiti i maschi ha sposato un ragazzo di Viterbo e si è trasferita e questa prima o poi me la paga.

Le mie figlie Alessandra e Francesca donne del futuro ,povere noi.

Tutte le donne della famiglia Apicella che ad Agosto scorso mi hanno accolto con un calore che mi ha riconciliato con il genere umano.

La Signora Maria Tassone per la gentilezza che mi ha dimostrato e per aver dato vita a Vito e quindi a Edo Silvia e Tommaso.

Le donne della mia famiglia ,tutte in special modo le sorelle della mia mamma ,alle mie cugine Marfelli ,

a Evaluna che sarà una femmina pestifera ma fiera.

A Mary zia di Elena, ad Agosto ci siamo appena sfiorate quest’anno spero parleremo tanto di poesia e della vita.

Ringrazio Sandra Apicella perché nei suoi occhi c’è una luce che mi fa pensare al divino.

Alle mie sorelle.

A Chiara Attanasio, sei tra le “cose” più belle dei miei vent’anni, e di oggi.

Alle mie mitiche amiche di scuola ritrovate su fb, Nunzia, Nadia, Pina, Flora.

A Claudia perché è unica.(per  fortuna)

A Nadia e Annalisa Bracale un bacio ed il mio amore per sempre.

A tutte le donne che ogni giorno in ogni ambito lavorativo e non, faticano il doppio.

A voi tutte non mimose ma amore e riconoscenza.

 Maria Attanasio

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
7 marzo 2012 3 07 /03 /marzo /2012 07:37

Essere donna

 

E' nascere dal mare

con braccia d' alghe

e natiche d'onda

.

La voce roca

viene dall'abisso

di dolore

taciuto

e in grembo

oceanico

ben raccolto.

 

 

Tinti Baldini



Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
6 marzo 2012 2 06 /03 /marzo /2012 07:31


Da qualche parte c'è corre e ride
Poi cade e si dispera ma solo per un po',
da qualche parte c'è un bimbo biondo
che parla ridendo
e mi segue se canto riprendendo il mio canto
e mi gira intorno per casa
sta con me alla finestra a guardare la gente che passa.

Da qualche parte c'è Luca
cellula del mio cuore
vivo e possente nella mia mente
aspro rifiuto del mio ventre
che piegato dal tempo che passa,
ignora ogni voglia di futuro che esplode.

Da qualche parte c'è Luca
che non ha paura del buio
ed una risata gli passa negli occhi,
ha il passo lieve degli amanti
solo pensati e dimenticati
una notte di scelte
e sangue come fiume
scorre verso il mare,
da qualche parte mio
non da me è nato Luca.

(un figlio solo pensato…)

 2008

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
5 marzo 2012 1 05 /03 /marzo /2012 08:09

Premesso  di essere la contraddizione

fatta persona (e come persona fatta anche un po’ male),

quello che mi piace ora

tra un paio di secoli potrebbe non piacermi più

ma questo non basta ad evitare una quasi lista,

almeno solo perla mia già traballante memoria.

Mi piace molto la musica possibilmente italiana

e preferisco la voce delle donne

anche quando stanno zitte ,mentre gli uomini cantano

lo stesso amore da più vite.

Negli ultimi tempi amo alla follia

leggere le poesie del premio Nobel polacco donna

Wislawa Szymborska (nome che scrivo ma non riuscirò mai a pronunciare),

scoperta molto prima che ne parlasse il buon Saviano

alla televisione ,scatenando l’interesse di molti.

Mi piace alternare libri insulsi e gialli pieni di sangue

ad altri còlti e confesso che a volte di questi

devo  rileggere la stessa pagina più volte.

Mi piace la Teologia la ricerca di Dio

fuori dalle chiese, dentro mi incantano i dipinti

e le ragnatele ai soffitti.

Mi piace andare per mercati, tra la folla a volte

scompaio a me stessa.

Non mi piace amare da così lontano creature umane

in cui ho visto il divino, ma è nel mio destino.

Oppure così pago pegno a quel Dio

che sarà più clemente quando  gli conterò

i miei peccati sulle dita di una mano sola.

Mi piace addormentarmi stremata dalla chimica di certi farmaci

che poi dovrò scontare prima o poi,

ma non potete sapere che senso di benessere

quando passo dall’ultimo pensiero

all’oblio più totale.

Lo pagherò tutto questo ed altro che mi piace

e forse ho già pagato.

 

 

Maria Attanasio    Marzo 2012

 

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
4 marzo 2012 7 04 /03 /marzo /2012 17:20

tommi-di-zia.jpg

 

...azz è lo Spread,se magna?

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
3 marzo 2012 6 03 /03 /marzo /2012 08:09

Passione.
Così solo riesci a sentire gli insulti del popolo
Che ti baciava le vesti solo un minuto fa.

Non cambia l'espressione del tuo volto
La tua dolcezza si tinge di rosso sangue.

La tua carne lacerata gli sputi gli oltraggi
Eppure non piangi,non gridi resti in attesa.

Quante mani hanno toccato quanti occhi hanno visto
E le bocche parlato pianto e riso poi tutto è finito.

Il tempo è sospeso oppure corre veloce
Quando anche tu ti sei arreso alla paura.

Hai invocato il Padre ti sei sentito abbandonato
Ed eri parte di un Dio.

Così solo perfino tu,figlio dell'uomo
Perché fosse gloria dell'uomo ogni goccia del tuo sangue.

 

M.A 2009

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento
2 marzo 2012 5 02 /03 /marzo /2012 08:05

lucio-dalla.jpg

 

 

Cioa Lucio,alla fine è sempre il cuore quello che tradisce...

 

 

 

 

M.A

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti