Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
3 gennaio 2015 6 03 /01 /gennaio /2015 17:45

2015

Nessun buon proposito.
Solo l'augurio che l'ultimo regalo del Cielo cresca forte libera e felice, vai GRETA!

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
31 dicembre 2014 3 31 /12 /dicembre /2014 11:36

L’ ultima poesia dell’anno
sarà fuoco che purifica
l’acqua che ha lavato
quando tutto è finito.
Sarà le castagne cotte sulle brace del camino
Sarà la veglia con gli amici
sarà l’amore dovuto ai nemici.
Sarà il pane e il vino
nello Spirito
sarò io rinsavito,
io che finalmente saluto con un sorriso.
L’ultima poesia dell’anno
Sarà il mio figlio più bello
quello che ancora mi gira dentro,
sarà le prime e ultime parole
taciute per troppo tempo
e se solo avrei coraggio
ne seguirei ora il volo
o il viaggio
attraverso il cielo ed il mondo.
L’ultima poesia dell’anno
sarà voltarsi indietro
ora che è finito
come non lo avevo pensato,
quest’anno
Paradiso Inferno Limbo.

Maria Attanasio 31 dicembre 2014

Condividi post
Repost0
28 dicembre 2014 7 28 /12 /dicembre /2014 17:31


Dispersione temporale ( a chi dovrebbe essere qui)

Sei qui
(ma altrove)
ti sento con la pelle
ti vedo con il cuore
ma non mi basta.


In che tempo sei
"è sempre sola"
di me penserai.

Che spreco di tempo
e d'estasi nel pianto
e minuti ritrovati
nella preghiera della sera
(come i bambini ).

Ti sento profumo improvviso
ti tocco su un altro viso
canti ma è scampanio del mezzogiorno
mi pento e mi riconosco
sì mi riconosco.

Maria Attanasio Dicembre 2014

Condividi post
Repost0
27 dicembre 2014 6 27 /12 /dicembre /2014 22:18

Avessi più tempo
e mani piene
e cuore con meno catrame
e stelle negli occhi
ed intorno donne sempre incinte
e l'onore dell'amicizia di chi non mi saluta
e l'amore di chi un tempo mi amava:
io ricco sarei
nuovo Creso morrei
di questo avere tutto
e non dover mendicare
Amore ma avere
quello di Cristo in Croce ,
farmelo bastare fino alla fine.

Maria Attanasio

Condividi post
Repost0
25 dicembre 2014 4 25 /12 /dicembre /2014 13:06


Magari fosse Natale
vetrine vuote
e occhi pieni di splendore
e i bambini che imparano a ridere
e le donne che si specchiano
in altre donne e si fanno forti-
Magari fosse Natale
butterei carte e fiocchetti
imparerei la lingua degli angeli
per scaricare le armi.

M.A C.Altieri

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
24 dicembre 2014 3 24 /12 /dicembre /2014 12:48

...

Grazie 2014 per Greta, per il resto hai fatto cagare

Condividi post
Repost0
9 dicembre 2014 2 09 /12 /dicembre /2014 16:28

...

CIAO PINO, SENZA TE MOLTO POCO "ORO" NELLE NOSTRE VITE...

Condividi post
Repost0
7 dicembre 2014 7 07 /12 /dicembre /2014 17:06

QUI

Io sono qui
con l'amore che mi passa dalla pelle
sulla tua pelle,
parole antiche appena inventate
per farti incuriosire e restare
a fermarmi le lacrime
che sulle ferite bruciano
e non asciugano.
Qui a farmi benedire dalle tue mani
che ancora sanno dare,
pronte a ricevere l'amore vero
quello sconosciuto a noi
che ci bastiamo per quel che siamo
e vivere o morire è lo stesso dramma
se si sta insieme o lontani
da noi stessi ,dai nostri misteri
ognuno con addosso i suoi pensieri.

M.Attanasio

Condividi post
Repost0
30 ottobre 2014 4 30 /10 /ottobre /2014 16:53

~~ Cosa dico con tutte queste parole e dove vado con ancora questi passi pochi o tanti, che vento sento su questo viso che cambia quando mi stupirà ancora il volo di un uccello il sorriso di un bambino, il sudore del lavoro, il sapore di una mela, la vita tutta intera finalmente dopo tanto dolore che mi ha lacerato a morsi, che s'è preso le notti e i giorni, cosa dirò aprendo questo scrigno di gioia che ancora mi appartiene ci crederesti, Madre ?

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0
18 settembre 2014 4 18 /09 /settembre /2014 10:36

Nero come il lutto che porto nel cuore
Nero come il buco negli occhi di chi non vuol vedere
Come la bocca del lupo che si nutre di vite
Per averne una sua
Nero come i ricordi di quaranta anni fa
Che mi tornano in gola
E non chiedono perdono
Ma mi fanno più sola
Nero come la morte nera
Come la paura
La speranza disillusa
Come il bimbo dal ventre gonfio
Che sa già che i cinque anni della sua vita
Sono già tanto tempo e non lascerà traccia
Nero come le lacrime di una madre
Sul sudario di un figlio
Come te che mi hai dato un nome
E poi te lo sei ripreso
Perché non fosse tuo ogni mio sbaglio
Ogni delirio le carte fuori regola
Ed io senza alcuna forma
Per darmi tregua
Nero come il gatto che mi segue
Senza decidersi a tagliarmi la strada
Nero come l’amore che va e viene
Dimentica nomi e corpi
Ma non esce dal sangue
Nero come questo tempo
Che ho sperato nel sole
Ma oltre le nuvole nere
C’è l’innocenza la pace la gioia
Di chi aspetto ancora.

MARIA ATTANASIO 30 APRILE 2014

Leggi i commenti

Condividi post
Repost0

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti