Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
13 febbraio 2010 6 13 /02 /febbraio /2010 08:11
 

 

 

Aspetta Primavera Baldini

 

 

...poi resta un sudore lieve

come dopo l'amore.

 

Tra un po' smetteremo di lamentarci del freddo

per maledire il caldo

e se è vero

che non ci sono più le mezze stagioni,

i disonesti sono ancora tutti interi ,

i disoccupati crescono di numero,

diminuiscono i figli,

statisticamente l'1,2%

per ogni famiglia,

da questo deduco che da qualche parte

in qualche altra famiglia

c'è un pezzo di figlio

che potrebbe essere mio,

sì da qualche parte c'è un figlio

che non ha il mio nome

né spazio nel mio midollo,

nessuna cellula in comune

ma statisticamente è mio!

Allora figlio non concepito,non partorito

comunque conteggiato

aspetta Primavera

e sboccia come fiore,

oppure ape operaia

torna alla tua regina

e fai quello per cui sei nata,

aspetta Primavera,

poi larva diventa farfalla

sboccia fanciulla,

come oasi nel deserto,

improvvisa e consolante,

torna uomo mio

a cercarmi anche se ti sono accanto.

Aspetta Primavera

e fammi capire,

spiegami amica

quella poesia che mi fa piangere

e sudare,quella tua che non so recitare

ma sento dentro tra il cuore ed i polmoni

pronti al respiro.

Aspetta Primavera

dammi il tempo di svernare,

lasciamoci vivere.

 

(sai io sono l'incognita

sbagliata di un'equazione

che magari all'infinito

potrà trovare

giusta soluzione.)

 

Maria Attanasio

 

Il titolo è preso in prestito dal libro dello scrittore John Fante “Aspetta primavera Bandini”

pubblicato nel1938.

Non potevo non “utilizzarlo” per questa mia dedica,alla donna,all'amica ed al poeta-

so che capirai

Maria Attanasio

Condividi post

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento

commenti

Francescafutura 02/13/2010 18:35


Che splendida dedica, una poesia per tutti a prescindere da chi te l'ha ispirata, mi sembra di aver capito che è la cara Tinti, un caro saluto a entrambe e un abbraccio.
frantzisca


tinti 02/13/2010 10:16


Eccome ,mia cara,se comprendo io che ho la fregola ,mi par sempre che domani sia già finito,che oggi alla 10 del mattino è passato ,che temo forse di pensare troppo ,che vedo quei figli e che mi
lamento delle mezze stagioni mancanti ,che non mi quieto mai per paura e se poi la paura viene aspetto l'altra....aspetterò ,questa volta ,te lo prometto e ti ringarzio d'esserci .ragazza mia
Tinti.


Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti