Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
3 agosto 2011 3 03 /08 /agosto /2011 18:19

hai lo stesso odore del pane

ti seguo in un vicolo cieco

nemmeno ti incontro

gioia e tormento

per me sei ancora l'incanto

di certe sere di primavera

quando non so chi sono e mi sta bene

 

ritroverò tutti i tuoi sorrisi

le tombe si apriranno

ed io non potrò che guardare

tutti gli scheletri dei tuoi armadi

ma anche così non smetterò di cercarti mai

e fare un salto dove so

che non sei

tanto per dare scosse al sangue

ed impietosire il vento

 

ti chiameranno amore

 tutti i bambini

quelli senza pane nè riso

non sapranno mai di essere stati vivi

e la morte che cerca la vita

non il contrario

baciami ancora di sfuggita

come brezza marina la sera

ed io saprò

da che parte voltarmi

per non essere sola.

 

 

 

m.attanasio

Condividi post

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento

commenti

tinti 08/04/2011 15:50


Grazie Mari a,mi è di aiuto.Tinti


tinti 08/04/2011 15:49


Grazie Mari a,mi è di aiuto.Tinti


c.altieri 08/03/2011 19:13


Bellissima poesia di amore e morte,dove l'amore vince sulla morte perchè solo credendo in questo possiamo continuare a vivere.


Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti