Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
23 agosto 2011 2 23 /08 /agosto /2011 15:30



Il piacere di stare con voi tutti è stato intenso e Tommaso è un dono per tutti noi. Io non sono una poeta come te, amica mia cara, ma posso garantirti il mio affetto e la mia riconoscenza perchè
se tu hai (quasi) ritrovato la Fede nell'esperienza di vita e di dolore di Silvia, io ho riconosciuto ancora una volta la Signoria di Colui che ci è Padre a tutti quanti: chi, se non mosso dalla
Certa Speranza, donerebbe tutto se stesso per gli amici? tu Maria, e la tua famiglia, lo avete fatto. Io posso solo dirvi grazie, dal profondo del mio povero cuore. grazie per avermi fatto
conoscere Alessandra e Francesca, bellissime sedicenni con gli occhi di cielo e terra, e perchè no? anche il tuo fido amico (di cui non ricordo il nome:-)), ma di cui ancora tolgo qualche pelo dal
pavimento(ihihih...). grazie per il tuo bel cuore che si è rivelato quello che pensavo, ed al giorno d'oggi non è proprio scontato..., grazie per Sergio, uomo umile e super educato, paziente ed
obbediente nei tempi giusti (ed anche questo, scusatemi tanto gli uomini, non è proprio scontato). GRAZIE Maria per tutto! tommaso comincia a sbavare sui bavaglini napoletani e presto ti
riconoscerà come la zietta pazzeriella che già ci manca tanto. Un bacione a tutti quanti voi, da tutti noi!! vi vogliamo bene assai. a presto.


PS.Il cane si chiama Nazim come il grande Poeta e mi dispiace per i peli.

Quello che ci siamo scambiate ,con le nostre famiglie è amore e condivisione ,poco importa  la fede quando è diverso solo il modo di manifestarla.

E' fede anche la speranza di un bimbo (Tommaso),è fede l'impegno costante verso la famiglia di mio marito.

E'fede la mia ricerca continua di qualcosa o qualcuno che giustifichi il mio bisogno di un dio qualunque.

Questi sentimenti io li ho provati anche nell'incontro con Tinti Baldini,della quale io rispetto le idee,ma credete che qualcuno possa dirsi più devota a Dio di una donna che non crede,ma si dona agli altri in un modo così completo,che a volte mi tocca rimproverarla,perchè dio è anche nell'uomo che ha bisogno nella notte della sua sete,di un bicchiere d'acqua.

Questo amore immenso e nuovo che non è legato a nessun sangue o altro interesse materiale,ma puro perchè fine a se stesso l'ho provato quando ho incontrato Daniela Procida,e quando lei grande poetessa e donna di notevole cultura e sensibilità,è mancata stroncata da un male terrribile quanto veloce,io mi sono sentita lacerata dal dolore.

Con il tempo ho capito di essere stata egoista perchè il dolore è per tutti,nessuno può sfuggire a qualunque tipo di dolore si possa procurare o trovare,nessuno di noi è immune dalla sofferenza,per questo dobbiamo essere  più umili,per questo dobbiamo vivere come i gigli nei campi,ora in questo momento che è già passato.

Grazie a queste ed altre persone che ho incontrato ,mi son sentita meno sola,di una solitudine che non è non avere nessuno vicino,ma le persone sbagliate intorno addosso dentro come una rabbia che mi sono finalmente tolta.

Tinti è lontana,ma il mio cuore insegue ogni battito del suo cuore,e lei lo sa.

Elena è lontana,ma so che ora è serena e questo mi consola,so che mi ricorda nelle sue preghiere e non potrei chiedere altro.

Daniela mi manca tanto,quanto mi manca mia madre,a volte le immagino sulla stessa nuvola che prendono un caffè,

e parlano dei figli in cui continuano a vivere.

 

NB.chi non ha provato nulla di tutto ciò,non tenti di capire,non ci riuscirebbe mai.

 

sottovento

Condividi post

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento

commenti

tinti 08/25/2011 08:21


Quanto amore trapela e incanta..tinti


Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti