Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
7 settembre 2009 1 07 /09 /settembre /2009 00:01
 

 

Riassumendo per D.

 

 

Non lo sai più come passa lento

il tempo dei giorni

e gli anni poi così veloci,

per me son già quarantaquattro

mi conto vari dolori

tutte le mattine

un occhio solo fa fatica ad aprirsi

sul mondo come se volesse continuare

a vagare nel sogno,

non lo sai più che faccia ho

e pensare che ho ancora sulle labbra

le ultime parole e il tuo sguardo

mentre andavo via

con la promessa di rivederci ancora

di non perdersi ,

tu non lo sai ma i figli crescono

e noi non abbiamo mai ragione,

i capelli  anche le mani

e gli occhi cambiano colore

ma tu non lo sai

che ho visto il cielo riempirsi di nuvole

ed ho tentato di dare un senso alle forme

che mi attraversano l’orizzonte

che sogno ogni notte bambini non nati

che ci sono parole che ancora mi fanno male

che l’estate cambia diventa tropicale

che in si muore ancora con una facilità estrema

che si protesta in ogni parte del mondo

e l’altra parte non sente

in silenzio osserva sembra me che guardo

il passaggio delle nuvole

senza capirci niente,

tu non lo sai ma mi innamoro ancora

di chi non mi ama e seguo il filo dei pensieri

senza arrivare che è come restare in stazione

sempre e per sempre,

tu non lo sai

o conosci già tutte le risposte

senza occhi umani mi sorridi

e fai finta di niente.


Maria

Un anno fa vinta da un male crudele e veloce ci lasciava Daniela Procida,poetessa sensibile,donna amabile.
Il vuoto da lei lasciato lo riempio con le sue parole.
Un pensiero al  marito Pino e a Glenda,ai genitori ed all'amata sorella.
Tutti quelli che hanno avuto modo e fortuna di leggere le sue poesie,non potranno mai dimenticarla.
Ciao Dani,ovunque sei ...

 

 

Condividi post

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento

commenti

Silvia 09/08/2009 23:36

La drammaticità di queste parole, sta nel fatto che ognuno, umano, che vive, ha vissuto, le ha almeno pensate. Lasciate a testimone di una vita che deve finire, e che non basta rendersene conto, perchè non sia così. Con struggente rimpianto, si ama la vita oltre la morte.

elia 09/07/2009 21:53

stupefacente. Mi sono spezzato a metà poesia.

Ed io che... ma parlo ancora di me? Che stupido.

elia

tinti 09/07/2009 11:48

Tu non sai .....ma sapevi ....bellissima.Ci sei tu ,c'è lei ,c'è un mondo.Grazie per ricordarla con amore.Tinti

Domenica Luise 09/07/2009 08:48

Non conoscevo questa poesia, che è semplicemente stupenda, ci si sente dentro una donna viva, che ancora si prepara al più e al meglio e spera malgrado ogni disillusione e lotta tra la consapevolezza ed il sogno. Cara Daniela, dovunque tu sia, e sono sicura che tu ci sia perché l'amore è eterno e tu sei stata amore e poesia, ti giunga stamattina il mio affetto e la stima per la tua poesia.

bruno 09/07/2009 08:19

Grazie.

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti