Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 aprile 2009 4 09 /04 /aprile /2009 18:34
Forse il dolore nella vita serve a farci riflettere proprio sulla nostra vita.
Anche il dolore degli altri,le bare bianche,le bare allineate,le telecamere impietose sui corpi nei sacchi di plastica,sul volto contratto dal dolore dei sopravvissuti,recuperati dopo tante ore.
Ma la riusciamo davvero ad immaginare la disperazione dei sepolti vivi? e quella di chi ha perso tutti e sa che il suo futuro è tra le mani degli altri,nella pietà degli altri.
La disperazione di chi ha perso un figlio ma ha salva la vita e non sa se ringraziare o maledire  questa circostanza di salvezza?
Forse sì,riusciamo a sentirci solidali davvero ,tanto che il nostro personale dolore passa in secondo piano.
A me viene da ringraziare la vita per la vita,sotto le scosse è nata Giorgia.
Ricordo che durante il terremoto in Irpinia nacque una bambina e la chiamarono Speranza.
Nel terremoto a San Giuliano ne sono morti 27 di bambini,un'intera generazione uccisa non dalla ferocia della natura,ma dalla disonestà degli uomini.
I terremoti non si possono prevedere,lo dicono gli esperti in questi giorni,sono quasi tutti concordi nel dire che l'Italia è nazione fortemente a rischio,che si dovrebbe costruire meglio,tutelare il patrimonio artistico etc.,
tutte cose già sentite nelle tragedie passate,intanto la legge sull'edilizia antisismica slittava di governo in governo.
Oggi il presidente Napolitano dice che tutti hanno colpa e dice il vero.
Anche Berlusconi ha evitato battute e sorrisi durante le sue visite nelle zone terremotate.
Gli abruzzesi sono fieri ed orgogliosi,sono forti ,sono accoglienti e solidali ,sono italiani.
Voglio ringraziare tutti coloro che frequentano il mio blog,che leggeranno questa mia riflessione con pazienza ,lo so.Voglio ringraziare Tinti Baldini perchè mi da fiducia ed amicizia,Cristina Bove per i consigli e gli incoraggiamenti,Beatrice Zanini perchè nel suo dolore ha la grandezza d'animo di comprendere il mio.
Max Reggiani per la sua presenza costante.Gaetano Giulisano perchè è un esempio da seguire,e poi tutti i Sitani,
Glò,Anielda,Claudio Pompi,Elia.Gioia da Sulmona se passa di qua,sappia che  la penso.
E Daniela,ovunque sia in questo momento.
Mia Madre perchè è qui con me.
Vi auguro un momento di pace,una serenità costante,un momento di felicità vissuto completamente.
Vi auguro tutto il bene del mondo e la possibilità di rialzarsi sempre,chè le cadute sono inevitabili.
Maria Attanasio.

Condividi post

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento

commenti

maria attanasio 04/09/2009 21:16

Sono maria attanasio di Caltagirone , ho bisogno di mettermi in contatto con Maria Attanasio (di Salerno? di Napoli?) autrice della riflessione. Grazie.

Beamarbe 04/09/2009 21:09

Grazie Maria....hai scritto le stesse cose che pensavo in questi giorni....e il mio dolore si fa piccolo adesso di fronte a tanto PERDUTO...Il dolore insegna è vero.. ma è meglio farne senza, se il prezzo da pagare è così alto...E poi vedo la vita tra le mani...e mi dico...basta un attimo...per perderla , per perdere tutto...poi ti fai forza mentre guardi il mondo dentro gli occhi di un bimbo... che ancora non ha chiaro, ma che ha tanto bisogno di vedere che si può anche ripartire...
un abbraccio forte....

maria attanasio ( di caltagirone) 04/09/2009 20:39

non è un commento, ma un modo per mettermi in contatto con te: scrivimi all'indirizzo e' mail

tinti 04/09/2009 19:46

Grazie Maria per la riflessione stimolante e condivisa.Si è vista dietro quei muri crollati
una umanità autentica,vera ,"umana" nel senso più vero del termine unita di terra e sangue:l'immagine del vecchio che carezza una bimba che dorme senza conoscerla, dell'anziana signora che si preoccupa dei sui libri persi tra la cenere,dell'uomo che soccorre chiunque con la piccola nello zaino sono immagini che rinfocolano speranza . Un abbraccio nel dolore.
Tinti

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti