Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
21 marzo 2009 6 21 /03 /marzo /2009 00:03

Romantica
Fra le pareti coprenti della notte
sempre m'accingo a non far nulla
a starmene accosciata
sull'incorporeo mio doppio
che rimane desto quando
tutti gli altri non possono vedermi.
Un attimo intontita
in parte delusa dal sole
ho calma apparente,
un ribollio soltanto
affiorato pigro dall'anima
tradisce ogni mia fibra,
compiace schiena e lombi
un lento sensuale turbamento.
So venire così il suo pensiero
scoccando pieno e rotondo
malizioso talvolta
come di Selene il raggio
nell'ore brinate degli amanti.
Fisso allora il tacito riflesso
e su quello m'incammino da sempre
per volargli incontro.

 

Daniela Procida

 

Condividi post

Repost 0
maria attanasio
scrivi un commento

commenti

Beamarbe 03/24/2009 15:25

e come scordare anche questa....non sai quanto di me ci sia dentro.. ma forse anche di altre molte donne...Daniela grande lirica la tua...ciao cara ovunque tu sia ti giunga il nostro sentire!!!!!!!!!

Glò 03/22/2009 18:25

E' sempre viva, è sempre presente. La ricordo molto spesso andando a leggerla pura perla il suo cuore, come il suo occhio, che (son convinta) ci sta accarezzando...

Un abbraccio e grazie.

Glò

nunzia 03/21/2009 23:44

c'è stato dolore nella tua vita ed altro ci sarà,io ti conosco da tanto,lascialo andare il dolore.nunzia

Bruno 03/21/2009 18:39

Ci sono fiumi di lacrime, anonime, dovunque. Dolcissimo ricordo.
BR1

Gaetano 03/21/2009 18:06

Una poesia molto bella. Versi dolci delicati ed emozionanti questi regalati da Daniela Procida.
"...malizioso talvolta
come di Selene il raggio
nell'ore brinate degli amanti."
Io, sono sempre più convinto che l'immortalità esiste e noi, ne siamo gli artefici: con i nostri ricordi.
:-)
Un caro saluto Gaetano.

Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti