Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
23 gennaio 2011 7 23 /01 /gennaio /2011 00:24

 

Cantata per la Madre ( seconda)

 

1

 

Tutto il nostro bene Madre

contro il male

poi ognuno può pensare

ciò che vuole,

noi siamo vive in altre vite

anche se quello che resta

è il sapore di una risata amara,

che non è nemmeno una risposta,

si vive troppo in fretta

e poi troppo in fretta si muore,

ed io l'ho capita dopo

ogni tua pena

quando è diventata mia

con questi figli addosso

a farmi più che da guardia,

spia.

 

2

 

Madre,

quello che c'era tra noi

nessuno lo ha colto nel tuo sguardo

quando ti ho lasciato andare via

(ed ho pregato tanto

perché finisse il tuo dolore

anche al prezzo sofferto

del gelo delle tue mani

alla fine),

forse era amore

la rinuncia alla vita

ma non la resa alla malattia.

 

3

 

Ma noi abbiamo mai davvero

spezzato il pane insieme

e festeggiato il Natale con gioia

e non pieni di una pena già antica?

Quell'ansia assurda che mi prendeva

a pensarci adesso,io ho sempre

avuto paura e non so ancora di cosa!

 

4

 

Madre mia,

io forse non sono mai stata

come tu volevi che fossi,

un po' ti ho delusa

ma poi ho capito

(dopo molto dolore)

che è questo che spesso

fanno i figli,deludono:

fa parte del nostro destino

di femmine e donne

lasciate sole in mezzo alla vita,

a guardarsi le mani

e le strade in salita,sempre.

 

5

 

Madre,

la solitudine per me

non è mai stata un concetto astratto,

l' ho sempre sentita sulla pelle

come un brivido insano,

dentro come un vuoto

tra l'anima ed il cuore

che la gente il sangue,

non possono riempire,

ricordi io sono nata sola

in una notte strana di Maggio

ma questo non mi fa disperata.

 

(tu dicevi sempre

che eravamo cinque

come le dita di una mano

uniti e pronti a sollevare

il mondo.

Una mano senza pollice

non serve a niente,

non ha presa sulle cose

non ha stretta né carezza possibile,

ecco com'è ora,

come sono i tuoi figli,

il mondo può cadere

e liberarsi di noi

molto facilmente)

 

6

 

Madre

tu mi hai ripulito dal sangue

dall'odore animale che ha addosso

chi viene alla vita,

tu eri poesia e matematica,

ogni sorriso risposta filosofica

all'esistenza di un Dio che ha diritto

di grazia e di pena infinita.

 

MARIA

Condividi post

Repost 0
Maria Attanasio di Napoli
scrivi un commento

commenti

elena di Silvia 01/27/2011 08:59


Maria mia carissima, ti seguo sempre con grande affetto, questa cantata è meravigliosa, con il suo dolore a la passione che lega due cuori che si amano. sei sempre nel mio cuore e ti penso...a
presto elena diSilvia.


Presentazione

  • : Blog di Maria Attanasio (di Napoli)
  • Contatti